Il martello di Thor lascia la Casa Bianca: avvistato durante il trasloco di Trump

Il martello di Thor lascia la Casa Bianca: avvistato durante il trasloco di Trump
di

Il presidente Donald Trump concluderà il suo mandato come 44° presidente degli Stati Uniti mercoledì 20 gennaio e in attesa dell'insediamento di Joe Biden, centinaia di scatoloni stanno abbandonando la Casa Bianca per far ritorno all'abitazione privata del tycoon.

Tra i molti oggetti trasportati è saltato all'occhio il peculiare simbolo di un supereroe, ovvero il martello di Thor che riportava la parola "TRUMP" incisa. Ricorderete tutti la storia di quest'arma del dio del fulmine divenuto uno dei membri cardine degli Avengers.

Secondo la leggenda infatti, il martello a forma di parallelepipedo grigio con l'impugnatura corta, avvolta in lacci di cuoio marrone, può essere brandito solo da coloro che ne sono ritenuti degni ed è in grado di tornare sempre in mano del suo possessore. Si tratta di una straordinaria arma indistruttibile costruita per volere del dio Odino e realizzata con l'uru, minerale asgardiano con caratteristiche intermedie tra la roccia e il metallo, che è in grado assorbire energia e magia. Nessuno, eccetto Capitan America nel corso di Avengers: Endgame è stato in grado di brandire quest'arma.

Sull'immagine del martello di Thor posseduto da Trump e diffusa sui social, la Marvel non si è ancora espressa e probabilmente non lo farà ma, in molti hanno notato un abuso dei simboli del franchise tra i sostenitori del Presidente uscente. All'inizio di questa settimana il figlio di Jack Kirby, Neal, ha denunciato l'uso di immagini e oggetti di scena di Captain America da parte della folla violenta che ha preso d'assedio Capitol Hill, definendolo "un insulto" ai ricordi dei co-creatori del personaggio, suo padre Jack e Joe Simon.

Intanto sembra che Chris Pratt sia già in Australia per le riprese di Thor: Love and Thunder.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
6