Marlon Brando in Superman 'prese i suoi due milioni e fuggì' secondo Christopher Reeve

Marlon Brando in Superman 'prese i suoi due milioni e fuggì' secondo Christopher Reeve
INFORMAZIONI FILM
di

Sei un attore in rampa di lancio e ti viene proposta una grande produzione su un personaggio iconico al fianco di una leggenda della recitazione. Un sogno? Non proprio, almeno sotto certi punti di vista, secondo quanto raccontato dopo l'esperienza sul set di Superman da Christopher Reeve.

Durante un vecchio episodio del David Letterman Show, infatti, l'attore confessò di non esser rimasto particolarmente impressionato da Marlon Brando: Reeve si aspettava di trovarsi davanti un gigante del cinema disposto a fare da mentore alle nuove leve, ma a suo dire tutto ciò che vide fu un attore svogliato e disinteressato.

"Non lo dico per essere spocchioso, ma non m'inchino all'altare di Marlon Brando perché penso che in qualche modo abbia sbracato, ecco. Ciò che accadde fu che la stampa lo amava qualunque cosa facesse, il buono, il cattivo o nessuno dei due; le persone pensavano fosse un'istituzione, non importava cosa facesse. Quindi a lui non importava più" fu il parere di Reeve.

"Ho vissuto dei momenti fantastici, ma a lui non importava nulla. Ha preso i suoi due milioni ed è scappato" concluse poi Reeve, togliendosi questo sassolino dalla scarpa. Crollo di un mito o fatto prevedibile, visto il carattere di Marlon Brando? Recentemente, intanto, il mantello di Christopher Reeve in Superman è risultato il più costoso di tutti.

Quanto è interessante?
3