Nemmeno Margot Robbie è al sicuro in The Suicide Squad, James Gunn: "Chiunque può morire"

Nemmeno Margot Robbie è al sicuro in The Suicide Squad, James Gunn: 'Chiunque può morire'
di

Nel corso di uno dei suoi tipici Q&A sulla propria pagina ufficiale del social network Twitter, il regista e sceneggiatore James Gunn ha rivelato alcuni retroscena sul suo nuovo film, l'attesissimo The Suicide Squad.

Dopo aver spiegato che la produzione non sarà sottoposta a sessioni di riprese aggiuntive, Gunn ha anche rivelato che nessun personaggio è stato protetto dalla sua sceneggiatura ... neanche la popolarissima Harley Quinn, interpretata nuovamente dall'attrice nominata all'Oscar Margot Robbie.

Quando un suo follower ha provato a mettere in dubbio l'iconoclastia paventata da Gunn, dichiarando che Harley Quinn sarebbe stata difesa dallo 'scudo del franchise' e che personaggi come King Shark e Amanda Waller avrebbero avuto le spalle coperte da DC Films, l'autore ha replicato prontamente: "Nessun personaggio è stato protetto a priori dalla DC. Mi hanno dato carta bianca per fare tutto quello che volevo. Anzi questa è stata una delle cose che avevamo concordato prima che accettassi di lavorare per loro. Il mio obiettivo non era quello di cercare lo shock gratuito, ma fin dall'inizio volevo che il pubblico capisse che nel film può succedere qualsiasi cosa. La storia regna suprema in The Suicide Squad".

Cosa ne pensate? Nel film ci saranno delle morti eccellenti? Ditecelo nella sezione dei commenti!

Per altri approfondimenti vi rimandiamo alle nuove locandine di The Suicide Squad pubblicate nei giorni scorsi da Empire.

Quanto è interessante?
2