Mallrats, Kevin Smith torna sul cameo di Stan Lee: "Ha anticipato il futuro"

Mallrats, Kevin Smith torna sul cameo di Stan Lee: 'Ha anticipato il futuro'
di

Se i cameo di Stan Lee nei film del Marvel Cinematic Universe sono diventati leggendari, c'è un altro film in cui il compianto creatore di Marvel Comics fa un'apparizione particolarmente apprezzata dai fan. Si tratta di Mallrats (in italiano Generazione X) di Kevin Smith, che nel 2020 festeggia i 25 anni e che presto avrà un sequel.

Il regista di Clerks è molto legato a quel momento, ricorda ancora perfettamente il suo primo incontro con Stan Lee e si è recentemente reso conto che quella scena, in qualche modo, stava per anticipare il futuro.

"Solo con il tempo Mallrats è diventato ciò che è. Ed è una piccola capsula del tempo, ma in realtà è anche come uno specchio del futuro" ha raccontato Kevin Smith a Comicbook.com, citando a esempio proprio Stan Lee. "Nel film, tutti sanno tutto della cultura dei fumetti, e tutti sanno chi è Stan Lee. Ma quando è uscito Mallrats, nella vita reale quelle due cose non erano affatto vere, tanto che Jason Lee deve spiegare a Jay cosa sta facendo, quando imita Wolverine con i suoi artigli di adamantio. Non potevamo usare una scorciatoia del tipo: Beh, la gente avrà visto un film degli X-Men, saprà cosa fa Wolverine. E oggi il mondo somiglia a Mallrats più di quando abbiamo creato Mallrats."

Questo, secondo Kevin Smith, è il dono più grande che Stan Lee abbia fatto al film. Per il resto, ha continuato il regista, "a parte il fatto che nessuno usa i telefoni cellulari, il film potrebbe essere stato fatto oggi."

Per quanto riguarda il sequel di Mallrats, invece, nelle scorse settimane abbiamo saputo che Ben Affleck farà molto più di un cameo.

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
1