Mackanzie Davis "farà ca**re sotto dalla paura i misogini" in Terminator: Destino Oscuro.

Mackanzie Davis 'farà ca**re sotto dalla paura i misogini' in Terminator: Destino Oscuro.
di

Il regista Tim Miller (Deadpool) è pronto a far venire già la Hall H questo weekend con il panel di Terminator: Destino Oscuro, nuovo capitolo del franchise prodotto da James Cameron che ignorerà ogni film successivo a Terminator 2, ripartendo diversi anni dopo il finale del capolavoro del 1991, esattamente 27 anni dopo.

Quando Variety ha domandato a Miller qualche delucidazione sul panel e su come abbia intenzione di "vincere l'incontro con i fan" il regista ha risposto: "Se fossi un nerd -e lo sono - immagino sempre di leggere la trama o la storia di un film e penso a come reagirei da fan. In quel modo posso essere almeno in parte oggettivo, esattamente come ho fatto con Deadpool. Quando ho letto in rete i primi commenti negativi all'annuncio del film, capisco davvero da dove viene quella gente. Se non è bello, allora ne abbiamo avuto abbastanza".

Continua: "Dopo Deadpool potevo scegliere una marea di progetti, ma volevo davvero vedere Linda Hamilton tornare a completare la sua storia come Sarah Connor. Esattamente come Cameron, trovo molto più interessanti le storia delle donne che imbracciano le armi, rispetto a quelle con protagonisti maschili. I film di Jim sono radicati nella realtà e nei personaggi e contengono viaggi nel tempo e robot. Sono cablato allo stesso livello. Voglio regalare al pubblico una storia su Sarah e questi nuovi protagonisti e rendere tutto il più entusiasmante e reale possibile. Voglio sedermi tra il pubblico e pensare che quello che vedo possa accadere anche a me. Così mi sono avvicinato al progetto".

Parlando di Grace, il nuovo personaggio di Mckanzie Davis, Miller ha poi continuato: "Prima di passare alla writers room, su mia richiesta abbiamo organizzato una novelist room, perché i romanzieri creano mondi da zero e stavamo reinventando il franchise. Uno di questi era Joe Abercrombie [la serie de La prima legge], che sottolineato intelligentemente come la saga di Terminator tendesse ad avere una trinità di personaggi principali'. Uno di questi è sempre Il Protettore. Joe allora ha proposto questa idea in cui il nuovo Protettore dal futuro dovesse essere un combattente delle macchine. La loro è una vita dolorosa e piena di cicatrici, prendono molte droghe per affrontare il dolore. Non vivono neanche troppo a lungo. È un ruolo molto sacrificale; rischiano ogni giorno la propria vita per salvare gli altri. E sin dal primo suggerimento, questo personaggio è sempre stata una donna. Avevo bisogno di una donna che potesse adattarsi alla parte sia fisicamente che emotivamente e Mackanzie voleva davvero questo ruolo e ha lavorato più duramente di qualsiasi altro".

Poi gli viene domandato delle accuse misogine mosse alle attrici, chiamate "femminazis" e di come la presentazione del film possa essere accolto al San Diego Comic-Con: "Alle persone aperte mentalmente, piacerà da impazzire, mentre ai piccoli misogini farà cagare sotto dalla paura, perché è tosta e molto forte ma anche profondamente femminile. Non abbiamo in alcun modo mischiato tratti di genere; è soltanto molto molto forte e questo spaventa tante persone".

Terminator: Destino Oscuro è atteso nelle sale italiane il prossimo 31 ottobre 2019.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
8