M. Night Shyamlan ha finanziato personalmente Glass, Split e The Visit

M. Night Shyamlan ha finanziato personalmente Glass, Split e The Visit
di

Uscirà domani, 17 gennaio, l'attesissimo Glass, terzo e ultimo capitolo dell'Universo Narrativo Shyamalaniano dedicato a David Dunn, Kevin Wendell Crumb ed Elijah Price, e leggendo un nuovo report pubblicato da Forbes sembrerebbe che il regista M. Night Shyamalan si sia autofinanziato il film - e non solo.

Come sappiamo, il suo After Earth del 2013 si è rivelato un flop clamoroso ai botteghini mondiali, già preceduto dal pessimo L'ultimo dominatore dell'aria, eclissando quindi parte della credibilità autoriale di Shyamalan. Nel 2015, però, The Visit ha riportato in auge il regista e sceneggiatore, ma sembra che parte del merito sia dei finanziamenti personalmente sborsati da Shyamalan.

Stando a Forbes, infatti, l'autore avrebbe investito personalmente importanti cifre di denaro per avere così molto più controllo creativo sui suoi progetti, ma anche perché non avrebbe ottenuto più un significativo sostegno finanziario dai grandi studios dopo i due grossi fallimenti sopra citati.

Per quanto riguarda The Visit, Shyamalan ha acceso un mutuo di 5 milioni di dollari sulla sua tenuta in Pennsylvania da 125 acri, mentre per Split ha sborsato ben 9 milioni di dollari. Per quanto riguarda l'imminente Glass, invece, il regista ha raccolto 20 milioni di dollari dagli incassi dei due precedenti film, utilizzando anche diverse garanzie sulla sua tenuta in Pennsylvania.

Al netto di recensioni negative da parte della critica oltreoceano (meno da noi), parte del pubblico ha valutato invece Glass in modo positivo, tanto che si prevede un weekend d'apertura al boxoffice mondiale di 105-120 milioni di dollari, cinque volte superiore all'investimento - tre, se contiamo i costi di marketing.

FONTE: Forbes
Quanto è interessante?
5