Luc Besson accusato di violenza sessuale da un'attrice francese

di

Secondo quanto ha riportato Europe 1, il regista Luc Besson, noto per aver diretto film come Léon e Nikita, è stato denunciato da un'attrice francese, le cui generalità al momento rimangono ignote, per violenza sessuale. Besson non ha voluto commentare direttamente l'accusa nei suoi confronti, al vaglio delle autorità che hanno aperto un'indagine.

In base alla ricostruzione dell'attrice che ha accusato Besson, il fatto sarebbe avvenuto la sera di giovedì 10 maggio all'hotel Bristol di Parigi, vicino agli Champs-Elysées.
Besson le avrebbe inserito una sostanza nel thè, facendole perdere i sensi e al suo risveglio la donna avrebbe trovato il regista che abusava di lei. Prima di andarsene l'uomo le avrebbe lasciato una somma indefinita di denaro.
L'attrice ha riferito di aver avuto una relazione di due anni con Luc Besson e dopo la violenza ha affermato di aver trascorso la notte da un'amica per l'eccessivo timore.
Alle accuse ha risposto l'avvocato di Luc Besson, Thierry Marembert:"Il signor Besson è rimasto sconvolto quando ha sentito le accuse a lui rivolte e ovviamente le nega con decisione".
Fra i più noti cineasti d'Oltralpe, Luc Besson negli anni ha diretto film di grande richiamo e dal buon riscontro critico e/o di fan, tra cui Nikita (1990), Léon (1994), Il quinto elemento (1997), Arthur e il popolo dei Minimei (2006), Cose nostre - Malavita (2013), Lucy (2014) e Valerian e la città dei mille pianeti (2017).
Luc Besson ha cinque figli: Juliette (dal matrimonio con l'attrice Anne Parillaud), Shanna (avuta dalla seconda moglie, Maïwenn, sposata nel 1992, quando la ragazza aveva appena sedici anni), Talia, Satine e Mao, quest'ultimi tre avuti dal quarto matrimonio, con la produttrice Virginie Silla. Dal 1998 al 1999 è stato sposato con Milla Jovovich, conosciuta sul set de Il quinto elemento e diretta in Giovanna d'Arco.
Secondo Maïwenn Le Besco, la trama di Léon sarebbe ispirata alla loro relazione.
Le accuse a Luc Besson arrivano nel periodo seguente allo scandalo di molestie sessuali che ha investito il produttore Harvey Weinstein e diverse altre star di Hollywood, tra cui Kevin Spacey e Louis C.K.
Asia Argento, una delle maggiori esponenti del movimento #MeToo, è intervenuta nei giorni scorsi al Festival di Cannes. Rivolgendosi al pubblico l'attrice ha dichiarato:"Anche stasera tra di voi ci sono alcuni accusati di crimini contro le donne, di comportamenti che non appartengono né a questo né a nessun ambiente in generale. Voi sapete chi siete. E soprattutto noi sappiamo chi siete, e non permetteremo più che la passiate liscia".

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
5