Quella volta in cui Leonardo DiCaprio ha quasi preso fuoco sul set di Tarantino

Quella volta in cui Leonardo DiCaprio ha quasi preso fuoco sul set di Tarantino
di

La cerimonia di premiazione dei Golden Globes 2020 è vicina e tra i più fortunati candidati troviamo C'era Una Volta A... Hollywood, nona impresa cinematografica di Quentin Tarantino. Non sempre sul set le cose sono andate per il verso giusto e proprio Leonardo DiCaprio ci racconta di quando il set è diventato "rovente".

Chiunque abbia visto il film non può non aver amato la scena in cui Rick Dalton, il personaggio di DiCaprio, uccide alcune SS naziste usando un lanciafiamme, richiamando al contempo l'epilogo di Bastardi Senza Gloria.

L'attore racconta, ancora incredulo, la giornata di selezione per gli stuntman: "La prima volta che l'ho usato [il lanciafiamme] è stato veramente difficile: tutti i migliori stuntman della città si erano presentati al casting. Dovevo realmente puntargli contro l'arma e premere il grilletto. All'inizio mi dispiaceva per loro, ma subito dopo sono stato io a sentirmi male: il calore della fiamma mi è tornato violentemente in faccia e ho sofferto per tutto il giorno di mal di testa cronici. Sapevo che il ritorno di fiamma ci sarebbe stato, ma non immaginavo sarebbe stato così forte. Fortunatamente le selezioni furono fatte all'aria aperta."

Persino Brad Pitt ricorda di essere scoppiato a ridere quando ha visto il programma della giornata, pensando: "Il risucchio del lanciafiamme sarà un disastro."

C'è mancato poco per che l'attore non interrompesse bruscamente la sua carriera, ma a parte qualche lieve, seppur fastidioso, effetto collaterale non ci sono state gravi conseguenze.

Intanto, in vista delle premiazioni, nuove curiosità emergono dal set: scoprite l'errore storico individuato da John Travolta nella pellicola e la scena eliminata con Charles Manson e Cliff Booth.

FONTE: variety
Quanto è interessante?
7