Leonardo DiCaprio accusato di diffamazione per The Wolf of Wall Street

di

The Wolf of Wall Street, film nominato all’Oscar diretto da Martin Scorsese e interpretato da Leonardo DiCaprio, è stato citato in giudizio da Andrew Greene.

Greene, che nella metà degli anni Novanta era consulente generale alla Stratton Oakmont, ex-compagnia fondata da Jordan Belfort, ha citato in giudizio le compagnie coinvolte nel film, ovvero Paramount Pictures, Red Granite Pictures, la Sikelia Productions di Scorsese e la Appian Way Productions di DiCaprio.

Green, a quanto pare, lamenta di essere stato preso come base per la creazione del personaggio di Nicky "Rugrat" Koskoff, “ritratto come un criminale, un drogato, degenerato, depravato e privo di qualsiasi etica o morale”. Nell’ottobre del 2015, il giudice Joanna Seybert aveva respinto le accuse di Greene di violazione della privacy, ma ha consentito a quello di diffamazione. Nello specifico, Greene avebbe dovuto fornire le prove che la produzione del film era stata sostanzialmente negligente circa la costruzione del personaggio e sulle sue presunte falsità.

Adesso spetterà nuovamente al giudice stabilire se ci sono i termini per portare le accuse in tribunale o meno.

Uscito nel novembre 2013, The Wolf of Wall Street ricevette ben cinque nomination ai Premi Oscar 2014, incluse quelle per miglior film, regia per Scorsese e attore protagonista a DiCaprio.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
4