Leigh Whannell, regista de L'Uomo Invisibile, critica l'idea dello Snyder Cut di JLA

Leigh Whannell, regista de L'Uomo Invisibile, critica l'idea dello Snyder Cut di JLA
di

Poche "director's cut" nella storia del cinema hanno ricevuto l'attenzione mediatica dedicata allo Snyder Cut di Justice League, e in una nuova intervista promozionale anche a Leigh Whannell, regista del remake de L'Uomo Invisibile, è stato chiesto un commento sulla questione.

L'autore, fattosi conoscere con l'acclamato Upgrade, ne ha approfittato per spiegare perché crede lo che Snyder Cut, come tutti i montaggi del regista, siano una cosa terribile.

"Per quel che mi riguarda non vorrò mai avere una seconda versione di un mio film nascosta da qualche parte a competere col film originale", ha detto Whannell. "Immagino che ciò che sto cercando di dire sia, qualunque circostanza abbia creato quel montaggio, qualunque orribile circostanza sia totalmente comprensibile. Personalmente, lo vedrei sempre come una cosa terribile che ci sia stato un montaggio invisibile del film. Nel corso degli anni, vedi cose come: 'James Cameron rilascia nuovamente il montaggio del film Aliens'. E poi arriva l'introduzione. Quando la guardi, Cameron si presenta sullo schermo e dice: 'Questo è il modo in cui ho sempre voluto che le persone guardassero Aliens'. E il mio primo pensiero in quelle circostanze è: 'È pazzesco! Non ho una versione definitiva del film'. Odio l'idea che ci siamo persi la versione che voleva che vedessimo.

I commenti di Whannell fanno eco a dichiarazioni molti simili condivise da Martin Scorsese durante la promozione di The Irishman: "Il montaggio del regista dev'essere il film distribuito. Il regista ha preso le sue decisioni in base al processo creativo che stava attraversando in quel momento. Potrebbero esserci stati problemi di denaro, potrebbe esserci un attore o un collaboratore che muore durante le riprese del film, lo studio cambia i produttori e la persona che arriva odia il progetto. Tutte queste cose possono accadere, ma penso che una volta lanciato il dado, devi seguire il numero che esce e dire: 'Questo è il film che ho fatto in quelle determinate circostanze'."

Voi cosa ne pensate a questo proposto? Ditecelo nei commenti.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo al nuovo trailer de L'Uomo Invisibile e alle dichiarazioni di Jason Blum sul futuro dei Mostri della Universal alla Blumhouse.

FONTE: RB
Quanto è interessante?
1