Leaving Neverland: HBO prova a respingere la causa legale della Michael Jackson Estate

Leaving Neverland: HBO prova a respingere la causa legale della Michael Jackson Estate
di

Secondo quanto riportato da Deadline, HBO spera di ottenere un vittoria definitiva per il caso legale di Leaving Neverland in vista delle cinque nomination ottenute documentario per gli Emmy Award che si terranno il mese prossimo.

Dopo la causa da 100 milioni di dollari intentata dalla Michael Jackson Estate, il network americano che ha distribuito il controverso documentario sulla pop star si sta muovendo per smentire definitivamente le accuse.

"Le richieste dei querelanti violano il Primo Emendamento, la clausola del giusto processo e le politiche pubbliche e, in ogni caso, il contratto su cui si basato è inapplicabile e scaduto" si legge nella mozione ufficiale avviata dagli avvocati della HBO Theodore Boutrous Jr. e Daniel Petrocelli.

Di contro, l'estate di Jackson ha risposto con una dichiarazione ufficiale affermando che in realtà il contratto non presenta alcun termine di scadenza: "Un contratto non scade solo perché si desidera, come vuole HBO. Non ci sono termini di scadenza nel contratto, né è terminato per motivi legali. Allo stesso modo, il Primo Emendamento non protegge HBO dal violare volontariamente e apertamente i suoi obblighi contrattuali, come ha fatto qui. L'Estate di Michael Jackson ha fiducia che l'ultimo tentativo di HBO di evitare i suoi obblighi contrattuali fallirà."

Diretto da Dan Reed, Leaving Neverland racconta le relazioni del re del Pop con due ragazzi, James Safechuck e Wade Robson, andate avanti nel corso degli anni '90. La sinossi ufficiale recita: "Adesso hanno trent'anni, raccontano la storia di come sono stati abusati sessualmente da Jackson, e di come ne hanno fatto i conti anni dopo."

Per saperne di più vi rimandiamo alla nostra recensione di Leaving Neverland.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
2