Lady Gaga, il dog-sitter dopo l'agguato: 'Ho rischiato di morire'

Lady Gaga, il dog-sitter dopo l'agguato: 'Ho rischiato di morire'
di

Sono stati giorni davvero terribili per il dog-sitter di Lady Gaga: l'uomo era infatti impegnato a portare a passeggio i due amatissimi bulldog francesi della protagonista di A Star is Born quando degli sconosciuti armati di pistola l'hanno aggredito portando via i due cagnolini.

L'agguato è accaduto una settimana fa ed è stato raccontato solo in queste ore da Ryan Fisher tramite un lungo post su Instagram, nel quale il nostro ha ringraziato Lady Gaga per il supporto mostratogli ed ha ammesso di aver praticamente sfiorato la morte con un dito.

"Sono ancora ricoverato. Mi sono trattenuto, più o meno fino a ora, dal raccontare quanto successo mentre la storia montava nei media. Ne scriverò più in là ma la gratitudine per tutto l'amore che ho sentito da ogni parte di questo pianeta è immenso e intenso" scrive Fisher su Instagram, allegando una foto in cui lo si vede ancora nel letto dell'ospedale.

In riferimento a Lady Gaga il ragazzo scrive: "I tuoi bambini sono tornati, la famiglia è al completo. Ma il tuo supporto in quanto amica, nonostante la traumatica sparizione dei tuoi bimbi, è stato incrollabile. Ti voglio bene e ti ringrazio". Fisher, ricordiamo, era stato colpito da diversi proiettili nel tentativo di difendere con tutte le sue forze i due bulldog, gesto che aveva profondamente commosso la stessa Miss Germanotta. Nei giorni scorsi, Lady Gaga aveva offerto ben 5 milioni di dollari per il ritrovamento dei suoi adorati cuccioli.

Quanto è interessante?
2