La Fox perde l'appello e This Means War ottiene un rating R (VM14)

di

Molto spesso le decisioni del MPAA sembrano assurde e senza logica, e a volte bisogna ammetterlo lo sono. Basta ricordare il caso di Il ritorno del re, a causa della scena in cui il protagonista comincia a dire una serie di parolacce, il film aveva ottenuto un rating R (VM14). Oggi THR riporta che la Fox ha perso la battaglia contro la MPAA per attribuire a Una spia non basta un rating PG13.

L'attribuzione del rating R alla commedia d'azione di McG, non dipende purtroppo da una violenta scena d'azione ma dalla presenza di un contenuto sessuale. Qualche toppless di troppo? Al momento non sappiamo quale sia o quale siano le scene incriminate, e considerando che Una spia non basta aprirà fra pochi giorni, esattamente il 14 febbraio, sarà difficile che la Fox riesca a modificare la pellicola per rientrare nei standard di un PG13.
Per lo studio questa decisione è stata sicuramente una bella doccia fredda, il suo target principale è stato eliminato e potrebbe compromettere seriamente la performance del film al box office.
La decisione della MPAA è stata presa solamente dopo aver ascoltato la testimonianza di Ted Gagliano, il presidente della post produzione alla Fox. Questa ennesima scelta del MPAA ricorda la scelta fatta nei riguardi di Shame che ha ottenuto addirittura un rating NC17 per le scene di nudo presenti nel film. Siamo tornati ad un'era di pudore? Speriamo di no, ma le ultime decisione del MPAA ci fanno pensare al peggio.

Quanto è interessante?
0