Kubo e la Spada Magica: Travis Knight spiega perché non ci sarà un sequel

di

Il presidente e CEO della Laika, ovvero Travis Knight, ha fatto il suo debutto alla regia con uno dei più attesi film dell'anno, Kubo e la Sapda Magica. In una recente intervista Knight ha parlato del film e della direzione in cui intende muoversi in futuro.

Inizialmente, Knight ha esposto le caratteristiche peculiari della pellicola e le sue differenze con i prossimi progetti: "Questo film sarà la fine di un ciclo in molti modi diversi. Prima di tutto per i temi che tratta, ovvero la perdita e il dolore. Esso tratta anche della guarigione, della compassione, del perdono e dell'empatia. E così, si configura, di fatto, come la fine del primo ciclo di film che abbiamo fatto in studio. Le cose che faremo sono completamente differenti. Il nostro prossimo film non avrà un bambino protagonista. Si tratterà di un diverso tipo di un film per noi. Saranno ancora destinati alle famiglie, ma vedranno un tipo diverso di storia.".
Successivamente, Knight ha esposto la sua opinione riguardo ad un sequel: "Prendo una posizione ferma contro il sequel. I miei colleghi del settore sono un po' scioccati da quanto fermamente mi sono impegnato per non fare sequel. Naturalmente esistono grandi sequel, ma penso che se guardiamo alla direzione che sta prendendo il nostro settore, vediamo un panorama dominato da franchising e marchi, sequel e prequel, in cui tutti questi vecchi regali sono ri-confezionati e offerti come nuovi doni. Noi, invece, vogliamo andare verso nuovi mondi. Ci sono continuamente queste storie che ritornano e che abbiamo visto più e più volte. Io non ho alcun interesse a farlo. Non voglio raccontare le stesse storie più e più volte. Il modo in cui ci avviciniamo alle nostre storie e immaginiamo ogni film è diverso. Per noi deve essere come l'esperienza più significativa della vita del nostro protagonista e proprio per questo voglio raccontare storie nuove e originali.".

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
0