di

Vestire gli abiti della signora Churchill e recitare in una pellicola che già da tempo ha addosso il profumo di Oscar non deve essere stato facile per l’attrice inglese. Di questo e dell’esperienza vissuta sul set assieme a Gary Oldman ne parla in un’intervista sottotitolata.

Sul canale italiano della Universal Pictures, lo studio cinematografico che distribuirà L’Ora più Buia nella nostra penisola, è approdata online un’interessante conversazione con Kristin Scott Thomas. L’interprete di Clementine Churchill raccoglie l’eredità di altre colleghe come Janet McTeer (Io prima di te) o Miranda Richardson (Churchill) che nel corso del tempo hanno portato sul grande e piccolo schermo la donna rimasta sempre al fianco dell’uomo che ha traghettato il Regno Unito lungo fasi storiche delicate per l’intera stabilità europea e internazionale. Del rapporto ricolmo di devozione tra i due e delle passioni intime di Winston, al di là dell’uomo che giornali e televisioni del mondo mostravano, l’attrice ne parla durante l’intervista.

Dopo la vittoria del premio Golden Globe, il camaleontico Gary Oldman potrà legittimamente ambire alla nomination nella 90a edizione degli Academy Awards, il cui annuncio verrà dato il prossimo 23 gennaio.

Nel cast, oltre a Kristin Scott Thomas e Gary Oldman, troveremo Ben Mendelsohn (Re Giorgio VI), Lily James (Elizabeth Layton), Ronald Pickup (Neville Chamberlain), Stephen Dillane (Viscount Halifax), Nicholas Jones (Sir John Simon) e David Strathairn (Roosevelt). L’Ora più Buia uscirà nelle sale italiane il 18 gennaio.

Quanto è interessante?
2