Knives Out, Katherine Langford racconta com'è stato lavorare con Rian Johnson

Knives Out, Katherine Langford racconta com'è stato lavorare con Rian Johnson
di

la star di 13 e Cursed Katherine Langford ricorda in un'intervista com'è stato lavorare con il regista di Star Wars: Gli Ultimi Jedi Rian Johnson in occasione del whodunnit scritto, diretto e prodotto da Johnson, Cena con Delitto - Knives Out.

"Rian Johnson è uno dei miei preferiti [tra i registi con cui ho collaborato], a proposito di persone che sono semplicemente degli esseri umani davvero fantastici" racconta Katherine Langford ai microfoni di Collider "Non è per niente arrogante, sa semplicemente quello che vuole. Concede libertà creativa a tutti gli attori sul set. Ed è anche una persona davvero gentile, ho solo un grande affetto per Rian Johnson e qualsiasi cosa faccia".

Langford, che in Knives Out interpretava una dei nipoti del capofamiglia Harlan Thrombey, Meg Thrombey, ha anche rivelato un simpatico aneddoto su Rian Johnson, che non fa altro che ribadire la sua "umanità".

"E a proposito di libertà e gentilezza e di esseri umani adorabili, lui aveva notato che tra una scena e l'altra mi piaceva andare dietro alle telecamere e osservare cosa stessero facendo le altre persone sul set, come venivano messe su le varie scene per le diverse inquadrature... È qualcosa che credo di star facendo sempre di più col passare del tempo, semplicemente perché sono molto curiosa di vedere come funzionano le cose" spiega, e continua "Lui mi ha visto farlo, e così ha iniziato a lasciarmi un posticino per me al suo fianco, prima e dopo ogni scena, così che potessi guardare cosa stesse accadendo. E questo, per me, è stato un gesto davvero speciale, perché è un regista incredibile, e con tutti gli impegni che ha sul set, perché fa davvero di tutto, anche solo pensare a una tale accortezza per me ha significato davvero molto, ed è un bellissimo ricordo".

FONTE: Collider
Quanto è interessante?
3