Kevin Spacey si dichiarerà non colpevole di molestie sessuali

Kevin Spacey si dichiarerà non colpevole di molestie sessuali
di

Kevin Spacey si dichiarerà non colpevole di molestie sessuali nei confronti del figlio diciottenne di un conduttore televisivo di Boston, in seguito ad un incontro avvenuto in un ristorante nel 2016. Tramite i suoi legali, Spacey ha anche richiesto di non presentarsi in tribunale per l'udienza, programmata il 7 gennaio a Nantucket.

"Chiedo che questo tribunale giustifichi la mia presenza fisica al processo in quanto risiedo fuori dallo Stato e credo che la mia presenza amplificherebbe la pubblicità negativa già generata in relazione a questo caso. Desidero dichiararmi non colpevole".
La richiesta di Kevin Spacey è stata tuttavia respinta dal giudice del Massachusetts, Thomas Barrett, e dal procuratore distrettuale Michael K. Giardino, ritenendo necessaria la presenza fisica dell'attore per rispondere delle accuse di molestie da parte del diciottenne, che sarebbero avvenute nel Club Car Restaurant di Nantucket nel luglio 2016.
L'accusa nei confronti di Kevin Spacey è soltanto una delle tante cause intentate nei confronti della star di House of Cards. Tra le accuse precedenti spicca quella di Anthony Rapp, che nell'ottobre 2017 ha affermato di essere stato molestato da Spacey in seguito ad una festa nel 1986, quando Rapp aveva 14 anni.
Un'indagine precedente aveva portato all'attenzione circa venti testimonianze di 'comportamento inappropriato' da parte di Spacey nel periodo tra il 2004 e il 2015, mentre ricopriva il ruolo di direttore artistico dell'Old Vic di Londra.
A Natale Kevin Spacey ha pubblicato su Twitter un bizzarro video, intitolato 'Let Me Be Frank' nel quale appare nelle vesti del suo personaggio più famoso degli ultimi anni: Frank Underwood.

Quanto è interessante?
4