Kevin Smith torna sulle parole di Scorsese: "Non ha torto, ma neanche noi"

Kevin Smith torna sulle parole di Scorsese: 'Non ha torto, ma neanche noi'
INFORMAZIONI FILM
di

Kevin Smith è tornato a parlare della polemica tra Martin Scorsese e i Marvel Studios, in occasione di un'anteprima del suo nuovo film, il reboot di Jay and Silent Bob, alla quale si è presentato sfoggiando programmaticamente una t-shirt con la foto di Stan Lee.

Come sappiamo, nei giorni scorsi il regista di capolavori come Taxi Driver e Quei bravi ragazzi aveva dichiarato sostanzialmente che i film Marvel "non sono cinema", provocando una serie di reazioni polemiche se non addirittura indignate, da parte di semplici fan e di addetti ai lavori. Lo stesso Kevin Smith era intervenuto definendo L'ultima tentazione di Cristo "il più grande film di supereroi di sempre."

Lunedì scorso Smith è tornato sull'argomento, dichiarando che Scorsese "non ha torto, ma allo stesso tempo non abbiamo torto noi che amiamo quel genere di film. Ed è cinema anche quello."

Il regista difende la sua passione per i cinecomic, che per lui vanno al di là del mero valore tecnico ma sono come una macchina del tempo. "Posso ancora entrare a vedere uno di quei film, dimenticare che lo faccio per vivere, sentirmi libero, sentire che mio padre, che non c'è più, torna con me per un minuto o per due ore. Ed è qualcosa di molto personale per gran parte del pubblico. Sai, non stiamo discutendo se conta o meno come cinema."

La sua sensazione, quindi, è che Martin Scorsese "non andava mai al cinema con suo padre a guardare i film di Spielberg dei primi anni Ottanta, o di Lucas negli anni Settanta. Non sentiva quel senso di magia e di meraviglia."

Dai un'occhiata alla foto pubblicata da Melissa Benoist dal backstage di Jay and Silent Bob.

Quanto è interessante?
4