Marvel

Kevin Feige preoccupato per i presunti abusi subiti da Stan Lee

Kevin Feige preoccupato per i presunti abusi subiti da Stan Lee
di

Il presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige, ha ammesso di essere preoccupato per le notizie sui presunti abusi subiti da Stan Lee. I report sulla situazione risalgono all'inizio di quest'anno, dopo che la moglie di Lee è scomparsa nel 2017. Emersero quasi subito delle storie sulla figlia, J.C. Lee, e sui tentativi di approfittarsi del padre.

Dalla morte della moglie gli avvoltoi intorno a Stan Lee pare siano aumentati e ad aprile The Hollywood Reporter pubblicò un report nel quale si raccontava la vita di J.C. coi soldi del padre e le brutte intenzioni di personaggi come il braccio destro Keya Morgan e l'avvocato della figlia, Kirk Schenck, che avrebbero cercato di manipolare la donna per estorcere soldi al padre. Agli inizi di febbraio la figlia e l'avvocato si sarebbero presentati in casa di Stan Lee pretendendo che l'uomo passasse alla figlia la proprietà della dimora.
Appena si diffuse la notizia del report di THR, vennero inviati in redazione due video, nei quali Stan Lee afferma che 'la relazione con la figlia e con l'amico Keya Morgan è ottima'. Nell'altro video tuttavia Lee sostiene che il documento potrebbe essergli stato fatto firmare a tradimento, visto che ormai è quasi cieco.
In un'intervista al Los Angeles Daily News, Feige ha dichiarato:"Purtroppo è molto complicato, e naturalmente vedremo cosa poter fare a riguardo, è triste".
Una situazione complessa ma nel frattempo Stan Lee continua a presenziare a convention varie e a recitare in diversi cameo, l'ultimo che vedremo sarà in Ant-Man and the Wasp.
I fan di tutto il mondo sperano che la situazione si chiarisca al più presto.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
4