Justice League: Zack Snyder a ruota libera su budget, Joss Whedon e Warner Bros.

Justice League: Zack Snyder a ruota libera su budget, Joss Whedon e Warner Bros.
di

Vi abbiamo già parlato di Zack Snyder che aveva in mente di fare innamorare Bruce e Lois nella sua prima versione di Justice League e del sorprendente cameo che ha in serbo per il finale, ma questi non sono gli unici dettagli inediti emersi dalla recente chiacchierata tra il regista e Vanity Fair.

Di seguito, abbiamo raccolto tutte le informazioni più interessanti svelate nel corso dell'intervista:

  • Il nuovo film terminerà con una dedica ad Autumn, la figlia di Snyder scomparsa proprio durante la lavorazione di Justice League.
  • Snyder stima che realizzare la nuova versione del film è costato a HBO Max circa 70 milioni di dollari.
  • Tra questi non è però compreso alcun compenso per il regista, che ha rivelato di accontentarsi di essere stato pagato la prima volta. "Non volevo essere in debito con nessuno e ciò mi ha permesso di mantenere i miei poteri contrattuali con queste persone piuttosto potenti" ha dichiarato.
  • Parlando del ruolo di Geoff Johns e Jon Berg, rispettivamente direttore creativo di DC Entertainment ed ex vicepresidente di Warner Bros., Snyder ha descritto la loro presenza sul set come un lavoro da "babysitter": "Non mi dava troppo fastidio perché non erano così minacciosi. Ho solo sentito le idee che avevano, dove volevano iniettare dell'umorismo e cose del genere, non era qualcosa di troppo oltraggioso."
  • Snyder ha confermato di non aver mai richiesto l'aiuto di Joss Whedon.
  • A proposito del regista di Avengers, a quanto pare Warner Bros. si è resa subito conto che la scelta di affidare il progetto a Whedon non aveva portato ai risultati sperati. "Quando siamo riusciti a vedere cosa aveva fatto Josh, è stato qualcosa di sorprendente. La scena del ladro sul tetto, così goffa e orribile. La famiglia russa, così inutile e senza senso" ha dichiarato un dirigente dello studio. "Tutti lo sapevano. Era imbarazzante perché nessuno voleva ammettere di che merda si trattava."
  • Quando ha abbandonato il progetto, il regista ha salvato la versione provvisoria del film (in bianco e nero, senza audio ed effetti speciali) per mostrarla agli amici. Ad un certo punto, ha anche pensato di renderla pubblica.
  • Se il suo provino per interpretare Wonder Woman fosse andato male, Gal Gadot era pronta ad abbandonare tutto e tornare a vivere a Tel Aviv.

Vi ricordiamo che la Snyder Cut di Justice League arriverà in Italia il 18 marzo, in contemporanea con gli USA, e sarà disponibile per l'acquisto nelle principali piattaforme digitali. Nel frattempo, Vanity Fair ha anche pubblicato un nuovo sguardo al Joker di Jared Leto.

Quanto è interessante?
3