Justice League, i segreti dietro alla slow-motion della Snyder Cut: parla Fabian Wagner

Justice League, i segreti dietro alla slow-motion della Snyder Cut: parla Fabian Wagner
di

Tra i più grandi sostenitori della Snyder Cut prima ancora che venisse annunciata da HBO Max, il direttore della fotografia Fabian Wagner ha raccontato la sua esperienza con le numerose scene in slow-motion, le quali rappresentato oltre il 10% della durata di Zack Snyder's Justice League.

"Se c'è una cosa che sappiamo di Zack è che ama il rallentatore, perciò bisogna essere preparati" ha spiegato il DOP durante una recente intervista con IndieWire. "C'è un una questione tecnica: in scene del genere c'è bisogno di molta più luce, perciò devi essere preparato per questo. Io ero pronto nella maggior parte dei set, ero sempre pronto ad aumentare la luce per un paio di riprese."

Per quanto riguarda la sua collaborazione con il regista di Watchmen, Wagner è tornato a ribadire la sua stima nei confronti di Snyder: "Sono sempre stato un fan dei film di Zack e del suo storico direttore della fotografia, Larry Fong. È un regista talmente creativo e visivo, che ovviamente è sempre pieno di idee. Quando l'ho incontrato per la prima volta, aveva tutto il film negli storyboard. È anche un grande artista quando si tratta di disegnare. Mi ha portato attraverso l'intero film. Sa quello che vuole, ma è molto aperto ad altre idee e ti ascolta. [...] Conosce praticamente tutto delle scene, ma se ti viene in mente qualcosa di simile, è totalmente aperto ad ascoltarti."

Voi cosa nei pensate delle scene in rallentatore del film? Vi sono sembrate troppe o avete apprezzato le scelte di Snyder? Fatecelo sapere nei commenti. Per altri approfondimenti, vi lasciamo alla nostra recensione di Zack Snyder's Justice League.

FONTE: IndieWire
Quanto è interessante?
4