Justice League, Ray Fisher si prende gioco di Joss Whedon dopo le accuse del regista

Justice League, Ray Fisher si prende gioco di Joss Whedon dopo le accuse del regista
di

Le ultime dichiarazioni di Joss Whedon su Justice League non hanno fatto altro che rinverdire una polemica che ormai da anni vede il regista del film poi riveduto e corretto da Zack Snyder in guerra con gli attori che all'epoca furono a sua disposizione, in particolar modo con l'interprete di Cyborg Ray Fisher.

Proprio Fisher, che accusò Whedon di aver svilito il suo ruolo e la sua performance a suon di tagli e rimaneggiamenti, è stato quindi prevedibilmente al centro delle ultime, velenose parole di Whedon, che nel corso della sua ultima intervista non ha esitato a parlare del nostro come di un pessimo attore.

Dichiarazioni che Fisher non poteva lasciar cadere nel vuoto: proprio in queste ore, infatti, l'attore di Victor Stone ha affidato ad un tweet ironico la sua risposta alle nuove accuse di Joss Whedon. "Sto mettendo su una squadra chiamata The Malevolent Force [Whedon ha definito Fisher "una forza maligna"]. Chi vuole farne parte? *Joss Whedon è pregato di non fare richiesta" si legge sul profilo Twitter dell'attore.

Fisher ha poi proseguito, dopo aver ringraziato tutti i suoi fan per il supporto: "Joss Whedon ha avuto quasi due anni per approntare la sua risposta. Ha speso decine (se non centinaia) di migliaia di dollari in PR e crisis management e coaching. E la sua risposta alle accuse è: 'Hanno frainteso tutto'?". Vedremo se il regista vorrà rispondere nuovamente al fuoco: in queste ore, intanto, anche Charisma Carpenter ha difeso Ray Fisher dalle accuse di Whedon.

Quanto è interessante?
4