Justice League: Ray Fisher e Jason Momoa parlano della "diversità" dei loro eroi

di

Ray Fisher e Jason Momoa, gli attori che interpretano rispettivamente Cyborg e Aquaman nell'universo condiviso DC, parlano della "diversità" dei loro personaggi, che vedremo combattere insieme in Justice League.

I solo movies di Aquaman e Cyborg arriveranno in sala nel 2018 e nel 2020. Prima però, vedremo i due eroi fianco a fianco nel team che Wonder Woman (Gal Gadot) e Batman (Ben Affleck), formeranno per combattere la minaccia Steppenwolf, la Justice League.

Empire ha intervistato gli attori via CBM e questo è ciò che hanno dichiarato:

"La DC cambierà presto nome in DIversity Comics... State parlando con l'unico membro della Justice League che è afroamericano. E con quello che, in qualche modo, è considerabile a tutti gli effetti come un disabile. Non si può raccontare una storia che non sia rispettosa di questi elementi, e sarà assolutamente grandiosa!"

Cyborg non viene propriamente visto come un disabile, anche se, effettivamente lo è. nonostante sia fantastico, è comunque un individuo che ha sofferto amputazioni multiple e che usa congegni cibernetici per rimpiazzare arti e parti mancanti del suo corpo. E, nonostante sia super accessoriato, Fisher è convinto che la sua presenza possa far sentire rappresentate le persone con disabilità.

Anche per Momoa la sfida è stata altrettanto interessante. Quando venne annunciato il suo casting per il ruolo di Aquaman, in molti hanno storto il naso:

"Lui è bianco e con i capelli biondi. Ma Zack aveva una sua visione. Aquaman supereroe dalla pelle scura e io sono ben fornito sotto quel punto di vista. Mi piace l'idea di aver segnato il tono, in quel senso."

Quanto è interessante?
5