Justice League, in Islanda servirono i sottotitoli per... L'islandese di Jason Momoa!

Justice League, in Islanda servirono i sottotitoli per... L'islandese di Jason Momoa!
di

Le critiche al Justice League di Joss Whedon toccarono vari punti di un film la cui genesi, come ben sappiamo, sarebbe eufemistico definire complicata: al netto delle varie criticità giustificate dai problemi riscontrati in fase di produzione, però, per gli spettatori fu impossibile non storcere il naso davanti ad alcune carenze.

Nel nostro caso parliamo, nello specifico, degli spettatori islandesi: a Reykjavik e dintorni, infatti, non poté passare inosservata la scena ambientata proprio in terra islandese in cui assistiamo al ritorno dell'Aquaman di Jason Momoa... E alla terribile performance in lingua del Duncan Idaho di Dune!

Già, perché nel corso della suggestiva sequenza ambientata in un villaggio di pescatori vediamo il nostro Jason pronunciare un'unica frase in un islandese a dir poco pessimo! Un dettaglio passato sicuramente inosservato alle orecchie della maggioranza dei fan meno pratici con le lingue straniere, ma drammaticamente evidente per i madrelingua che, stando alle cronache, ebbero addirittura difficoltà a capire cosa stesse dicendo Arthur Curry!

La conclusione? Anche in Islanda ci fu bisogno di inserire dei sottotitoli per far sì che il pubblico locale capisse le parole pronunciate dal povero Jason Momoa! E voi, avete avuto modo di notare la pessima pronuncia dell'attore? Fatecelo sapere nei commenti! Qui, intanto, trovate la nostra recensione della Snyder Cut di Justice League.

FONTE: imdb
Quanto è interessante?
4