Justice League, anche Gal Gadot maltrattata da Whedon sul set? Ecco le nuove rivelazioni

Justice League, anche Gal Gadot maltrattata da Whedon sul set? Ecco le nuove rivelazioni
di

Joss Whedon è in questi giorni al centro delle polemiche dopo alcune dichiarazioni di Ray Fisher su di un suo presunto comportamento inappropriato sul set di Justice League, pensiero ripreso e condiviso da alcuni tecnici e infine - indirettamente - anche da Gal Gadot, interprete di Wonder Woman.

Spieghiamo meglio. La giornalista Grace Rudolph, citando fonti affidabili, ha sottolineato in un recente Tweet che la Gadot avrebbe rifiutato di girare una sequenza nel crossover DC Films già a guida Whedon dove veniva in qualche modo sessualizzato il corpo della supereroina. Si tratta della sequenza nel terzo e ultimo atto dove Flash (Ezra Miller) atterra sul corpo di Wonder Woman. L'attrice al tempo decise di non girare quel momento, ma Whedon lo voleva a tutti i costi e decise di chiamare uno stunt double, tant'è che nel cut cinematografico vediamo la scena ma non la faccia di Gal Gadot.

Un fan via Twitter ha rapidamente sottolineato che la scena è molto simile a quella di Avengers: Age of Ultron (sempre di Whedon) in cui Bruce Banner atterra sul corpo di Natasha Romanoff: "Il fatto che abbia girato la stessa sequenza a due anni di distanza ne dimostra la scarsa crescita come regista di commedie".

Ha fatto poi seguito al tweet della giornalista una risposta piuttosto sconvolgente del fotografo Jason Labory, che ha scritto: "E non dimenticarti di aggiungere che l'ha trascinata in una stanza minacciando ripercussioni per la sua carriera se non avesse girato quella scena. Questo è molto importante e non dovrebbe essere omesso".

Vi lasciamo allo speciale dedicato alla Zack Snyder's Justice League, in uscita nel 2021 su HBO Max.

Quanto è interessante?
6