Justice League, Chris Terrio durissimo: 'La versione del 2017 è un atto di vandalismo'

Justice League, Chris Terrio durissimo: 'La versione del 2017 è un atto di vandalismo'
di

Ormai è chiaro a tutti: il Justice League del 2017 è piaciuto davvero a pochi, se non quasi a nessuno. Fa un certo effetto, però, il fatto che ad indirizzare parole al veleno al film diretto da Joss Whedon sia lo stesso sceneggiatore Chris Terrio, che nella sua ultima intervista non ha utilizzato giri di parole.

"La versione del 2017 fu un atto di vandalismo. Forse Zack è una persona eccessivamente elegante per dirlo, ma io non mi faccio problemi" ha sentenziato senza mezzi termini Terrio pochi giorni dopo l'ennesimo scandalo riguardante Joss Whedon e la lavorazione di Justice League.

"Quando quei tocchi personali furono rimossi dal film del 2017 la cosa mi fece malissimo, ma stetti in silenzio perché non potevo parlarne, ma ovviamente mi fece male. Tutto ciò che rimaneva era lo scheletro del dinosauro, lo scheletro di ciò che era stato un'enorme, imponente bestia. Probabilmente sarebbe stato una bestia enorme, ingovernabile, perché ovviamente parliamo di un film di 4 ore e massimalista, melodrammatico, forse folle, ma folle nel senso buono" ha poi proseguito Terrio parlando delle sostanziali modifiche apportate al film dopo l'addio di Zack Snyder al progetto.

Siete d'accordo con le dichiarazioni di Chris Terrio o pensate che il suo sia un giudizio troppo severo? Fatecelo sapere nei commenti! Vediamo, intanto, quali sono stati i numeri della Snyder Cut su HBO Max.

FONTE: vanityfair
Quanto è interessante?
5