Julianne Moore e la mania per l'ordine: 7 cose che non sapete sulla star di Still Alice

Julianne Moore e la mania per l'ordine: 7 cose che non sapete sulla star di Still Alice
di

In occasione del ritorno in TV di Still Alice, pellicola drammatica diretta da Richard Glatzer che è valsa a Julianne Moore l'ambita "Quintuple Crown" come migliore attrice (Golden Globe, Screen Actors, Critics' Choice, BAFTA e Oscar), abbiamo raccolto per voi una serie di curiosità sulla vita e la carriera della star.

Nel film la Moore veste i panni di Alice Howland, una rinomata professoressa di linguistica presso la Columbia University. Una serie di piccole dimenticanze, sviste e momenti di confusione costringono la donna a rendersi presto conto di una terribile verità destinata a cambiare per sempre la sua vita. Una storia toccante e delicata su una malattia che colpisce milioni di persone nel mondo.

Come sempre, potete trovare le curiosità sull'attrice qui di seguito:

  • Nata in Carolina del Nord ma cresciuta tra Stati Uniti e Europa, diplomandosi nell'allora Germania dell'Est, il suo vero nome è Julie Anne Moore Smith.
  • Il suo esordio al cinema è avvenuto piuttosto tardi: è infatti apparsa nel suo primo film, I delitti del gatto nero, all'età di 30 anni.
  • Il fratello Peter ha rivelato che l'attrice è ossessionata dall'ordine e dalla pulizia.
  • Julianne Moore è stata sposata due volte: il suo primo marito è l'attore John Gould Rubin, dal quale si è separata nel 1995. Un anno più tardi ha incontrato il regista Barth Freundlich, con il quale è sposata da 20 anni e ha avuto due figli, Liv e Caleb.
  • L'attrice è ovviamente molto brava a memorizzare la battute, ma a quanto pare odia provare le scene sul set prima di girarle.
  • È anche una scrittrice: il suo primo libro per bambini, intitolato Freckleface Strawberry, è stato pubblicato nel 2007 ed è diventato un best seller del New York Times.
  • A proposito di Still Alice, l'attrice e Kristen Stewart hanno dedicato la Ice Bucket Challenge di quel periodo al regista Richard Glatzer, al quale fu diagnosticata la SLA poco prima di lavorare al film.

Per quanto riguarda il prossimo futuro, la Moore sarà protagonista dell'adattamento televisivo de La storia di Lisey, miniserie tratta dall'omonimo romanzo di Stephen King prodotta da J.J. Abrams per Apple TV+.

Qui potete trovare la nostra recensione di Still Alice.

Quanto è interessante?
1