Noi: Jordan Peele spiega il significato del finale

Noi: Jordan Peele spiega il significato del finale
di

Dopo le dichiarazioni sul non voler affidare il ruolo da protagonista di un suo filmad un attore bianco, il regista e sceneggiatore Jordan Peele ha svelato il significato dell'ambiguo finale della sua nuova opera, Noi.

Qui sotto il pensiero che il regista ha condiviso con The A.V. Club:

"Questo film ci dice che il mostro sei tu, che siamo noi. Riguarda noi stessi e guarda a noi stessi come individui e come gruppo. Il protagonista di un film è il surrogato del pubblico. Quindi, alla fine della giornata, non avrei fatto giustizia al mio tema principale se non avessi rivelato che in realtà i cattivi del film siamo noi. Per tutto il film abbiamo fatto il tifo per il cattivo, ma non lo sapevamo."

In aggiunta, Peele ha anche affermato di aver fatto un uso improprio del termine "cattivo", poiché il film si sforza di creare domande profonde sulla natura del bene e del male così come la percepiamo. Il regista ha infine fornito la sua interpretazione al sorriso finale che Adelaide offre al pubblico e suo figlio: "Penso che il piccolo sorriso con cui lei saluta suo figlio e il pubblico possa significare un sacco di cose. Penso che sia una connessione con il sorriso malvagio che una volta aveva avuto da piccola, ma anche una sorta di comprensione del fatto che la sua unità familiare era più forte di questa esperienza."

Voi avete visto il film? Quale interpretazione date al finale? E soprattutto, cosa ne pensate della straordinaria interpretazione di Lupita Nyong'o? Come al solito, ditecelo nella sezione dei commenti.

Vi ricordiamo che Noi è attualmente in programmazione nei cinema italiani.

Quanto è interessante?
2