Marvel

Jon Watts svela un clamoroso dettaglio del piano di Mysterio

Jon Watts svela un clamoroso dettaglio del piano di Mysterio
di

Che Mysterio fosse un abile affabulatore oltre che un geniale inventore non era (ci si perdoni il gioco di parole) un mistero. Un dettaglio passato inosservato durante una scena di Spider-Man: Far From Home, però, ci permette di comprendere ancora meglio la minuziosità con cui Quentin aveva messo appunto il suo piano.

Ricorderete tutti senz'altro la sequenza in cui Peter decide di cedere al suo nuovo "alleato" gli occhiali lasciatigli in eredità da Tony Stark: la decisione del nostro eroe viene ovviamente abilmente manipolata dal personaggio di Jake Gyllenhall, che con il giusto mix di umiltà posticcia e finto disinteresse riesce a condurre l'ingenuo protagonista lungo la direzione voluta.

Il regista Jon Watts, però, ha voluto porre l'accento su un ulteriore aspetto di quella scena che nessuno spettatore è probabilmente riuscito a notare: "Potreste non averci fatto caso, ma tutte le cose che si trovano sul muro alle spalle di Quentin sembrano suggerire l'idea che Peter debba consegnargli gli occhiali. Ci sono delle medaglie al valore, che in qualche modo ricordano a Peter il fatto che Quentin sia stato un eroe di guerra. Ci sono immagini di occhiali, come per ribadire il concetto. Ci sono tutte queste cose sullo sfondo che potrebbero aver indirizzato il subconscio di Peter verso l'idea di cedere gli occhiali" ha spiegato Watts.

Che dire: un piano curato davvero nei minimi dettagli! Chissà se Mysterio tornerà a farsi vivo nei prossimi film di Spider-Man, ora che la scissione tra Marvel e Sony (definita da Holland come uno dei periodi più stressanti della sua vita) è stata definitivamente scongiurata. Quentin Beck a parte, c'è una folta schiera di personaggi dell'MCU pronti a fare la loro comparsa in Spider-Man 3.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
7