Joker: tutte le origini del personaggio narrate nel corso degli anni tra cinema e comics

Joker: tutte le origini del personaggio narrate nel corso degli anni tra cinema e comics
di

Nel corso della sua longeva storia editoriale Joker, celebre personaggio della DC Comics, si è mostrato al pubblico tutto il mondo con volti e storie sempre diverse, narrate tra le pagine dei fumetti, il piccolo schermo della televisione e la sala cinematografica.

Proviamo a districarci in questo groviglio di origin story:

  • The Killing Joke - L'esempio più iconico e celebre di origin story su Joker è il leggendario fumetto di Alan Moore e Brian Holland, uscito nel 1988 (e adattata recentemente anche in un film d'animazione). Ispirato a Detective Comics n.168 del 1951, la prima storia in assoluto ad associare la figura di Joker a quella di Cappuccio Rosso, The Killing Joke ha fornito il tragico racconto della discesa nella follia di un uomo normale che, a causa di una brutta giornata, impazzisce trasformandosi in un criminale. Il fumetto è una delle principali fonti di ispirazione del film di Todd Phillips.
  • Batman: Anno Zero - Piuttosto recente (2013-2014), questa saga a fumetti rielabora i primi mesi di attività di Bruce Wayne come Batman, e racconta la storia di come il vigilante, rientrato a Gotham, inizia ad indagare sulla Gang di Cappuccio Rosso. Ancora una volta quindi le origini di Joker vengono associate a quelle del criminale incappucciato.
  • Batman di Tim Burton - Nel cult del 1989 Jack Nicholson interpreta tale Jack Napier, un importante membro della famiglia mafiosa guidata da Carl Grissom, responsabile dell'omicidio di Thomas e Martha Wayne avvenuto decenni prima dell'inizio del film. Grissom affida a Jack un'importante missione alla Axis Chemicals, ma in realtà è solo un'imboscata per farlo assassinare, perché era stato a letto con l'amante del boss, Alicia.
  • La Maschera del Fantasma: nel film d'animazione, spin-off della serie televisiva animata di Batman, viene rivelato che Joker in passato è stato un assassino Salvatore Valestra, un boss mafioso che lo inviò in Europa ad uccidere Carl Beaumont, colpevole di aver tentato di truffarlo.
  • Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan - La prestazione di Heath Ledger nel capolavoro del del 2008 è ben nota, così com'è noto il fatto che il suo Joker non ha una vera e propria origine: il personaggio stesso, nel corso del film, si diverte più di una volta a raccontare la storia delle sue cicatrici, fornendo tuttavia versioni completamente contrastanti. Questo perché il film di Nolan, basato principalmente sul cinema di Michael Mann e dunque fortemente simbolista, tratta il personaggio come emblema del male/caos, che per definizione non ha un'origine specifica.
  • Suicide Squad di David Ayer - Il Joker di Jared Leto non ha una vera e propria origine nel film del 2016, ma da come trasforma Harleen Quinzel in Harley Quinn, con il noto tuffo nelle vasche della Ace Chimicals, possiamo dedurre che a lui sia accaduto qualcosa di simile, anche se ignoriamo eventuali altre circostanze.
  • Gotham - La serie televisiva della Fox, ambientata durante l'infanzia di Bruce Wayne, si è approcciata a Joker in una maniera piuttosto interessante, quella cioè dei gemelli Jerome e Jeremiah Valeska.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo ad un saggio di critica su Joker, Todd Phillips e la New Hollywood e ad uno speciale di approfondimenti del film con Joaquin Phoenix analizzato attraverso le tre migliori scene di Joker e il tema della mimesi.

Quanto è interessante?
4