Johnny Depp, in aula la domanda sul "milione di alpaca": ecco la sua impagabile reazione

di

Il processo per diffamazione intentato da Johnny Depp ai danni di Amber Heard prosegue e con esso anche gli interrogatori. In una deposizione preregistrata presentata alla corte, Tina Newman addetta al franchise di Pirati dei Caraibi ha commentato alcune dichiarazioni dell'ex interprete di Jack Sparrow che hanno suscitato una certa ilarità.

Interrogata sul futuro di Johnny Depp in Pirati dei Caraibi 6, la donna ha detto: "Non lo so, al momento npn posso nè confermare nè negare le voci di un suo ritorno al ruolo di Johnny Depp. Questa decisione non rientra nelle mie responsabilità lavorative. È al di sopra del mio livello all'interno della gerarchia della multinazionale".

Questa risposta però, non è sembrata esaustiva per l'avvocato di Amber Heard che ha poi chiesto: "La Disney è consapevole del fatto che il signor Depp ha testimoniato sotto giuramento che non avrebbe accettato alcun ruolo nel franchise per meno di 300 milioni di dollari e un milione di alpaca?".

A questa domanda Tina Newman non ha inizialmente risposto e quando l'avvocato della controparte ha chiesto per la seconda volta se la Disney avesse considerato o meno l'idea di "pagare il signor Depp più di 300 milioni e di fornirgli un milione di alpaca per ingaggiarlo in Pirati dei Caraibi", Johnny Depp e il suo avvocato, Camille Vasquez, sono scoppiati in un'incontenibile quanto incredula risata.

Quanto è interessante?
4