John Carpenter: perché il papà di Halloween ha realizzato alcuni film sotto falso nome?

John Carpenter: perché il papà di Halloween ha realizzato alcuni film sotto falso nome?
di

Tra gli anni '70 e '80, al picco della sua leggendaria carriera, John Carpenter si occupava di gran parte degli aspetti dei suoi film. In Distretto 13 - Le brigate della morte, per esempio, il filmmaker era accreditato come regista, sceneggiatore, autore delle musiche e montatore.

Ad un certo punto del suo percorso, Carpenter iniziò però ad utilizzare degli pseudonimi come John T. Chance, James T. Chance, Frank Armitage, Rip Haight e Martin Quatermas - ispirati ovviamente alle icone dei suoi film preferiti - per firmare la sceneggiatura, il soggetto, o il montaggio di alcune sue pellicole, da Il signore del male a Essi Vivono. Il motivo? Era stufo di vedere il suo nome dappertutto.

"Beh, ho scritto sotto alcuni pseudonimi. Li ho usati perché ero davvero stanco di vedere il mio nome su tutto. Ha fatto questo, ha fatto quello, ha fatto quest'altro" ha spiegato infatti il regista durante un'intervista del 2015 con Creative Screenwriting. "Penso di aver raggiunto il limite quando qualcuno mi ha mostrato un grande cartellone pubblicitario di Christine. L'ho guardato e il mio nome era ripetuto più e più volte, e ho pensato che avrei dovuto vergognarmi. Era sopra il titolo, poi veniva ripetuto, poi era nella musica, poi il regista, poi un altra cosa - mio Dio! Quanta arroganza."

Vi ricordiamo che di recente Carpenter si è occupato delle musiche di Halloween Kills, nuovo capitolo della saga slasher in arrivo a ottobre 2021. Intanto, il regista ha parlato di un suo eventuale ritorno sul set con Kurt Russell.

FONTE: SR
Quanto è interessante?
7