Joaquin Phoenix racconta la furiosa lite con Robert De Niro sul set di Joker

Joaquin Phoenix racconta la furiosa lite con Robert De Niro sul set di Joker
di

Nel corso di una recente intervista con GQ, il neo premio Oscar Joaquin Phoenix ha raccontato della già famigerata e furiosa lite con Robert De Niro durante la lavorazione di Joker, il nuovo film di Todd Phillips.

Phoenix, che considera il leggendario interprete di Toro Scatenato e Taxi Driver il "mio attore americano preferito", ha spiegato cosa è davvero successo nella fase di pre-produzione del cinecomic DC Films: il motivo della lite, a quanto pare, riguardava la sceneggiatura.

Non che uno dei due fosse in disaccordo su un particolare dettaglio della storia scritta da Phillips e Scott Silver e nominata agli Oscar 2020; i due si scontrarono riguardo alla procedura della rituale lettura del copione prima dell'inizio delle riprese. A Phoenix, ad esempio, non piace fare prove, poiché preferisce lasciarsi andare durante il ciak e non sentirsi sicuro o preparato, godendosi la "pura ansia" del momento. Al contrario De Niro le prove le pretende, e quando ha saputo che Phoenix non si sarebbe presentato alla lettura ha detto a Phillips: "Digli che è un attore e deve esserci. Mi piace ascoltare l'intero film e quindi andremo tutti in una stanza a leggerlo."

Phoenix era irremovibile ("Non esiste, cazzo", disse a Phillips) ma alla fine si recò negli uffici della società di De Niro per la lettura voluta dal collega. A quel punto però non partecipò, e restò per tutto il tempo in silenzio e a fumare. De Niro lo prese da parte nel suo ufficio per parlarne e risolvere la cosa, lo baciò sulla guancia e gli disse: "Andrà tutto bene".

Alla fine è andato tutto bene davvero.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo ad un saggio su Joker di Todd Phillips e ad uno speciale sul tema della mimesi in Joker.

FONTE: GQ
Quanto è interessante?
9