Jennifer Lawrence parla di aborto e del lato conservatore della sua famiglia

Jennifer Lawrence parla di aborto e del lato conservatore della sua famiglia
INFORMAZIONI FILM
di

L'annullamento della Roe v. Wade ha sicuramente scosso gli Stati Uniti nell'ultimo periodo, compresa Jennifer Lawrence, che si è espressa in merito nel corso di un'intervista con Vogue.

L'attrice ha paragonato gli ultimi eventi che hanno limitato la libertà delle donne di abortire all'elezione di Trump nel lontano 2016. Ha affermato che nelle due situazioni ha avuto difficoltà ad accettare le posizioni della parte più conservatrice della sua famiglia. "Non voglio denigrare la mia famiglia, ma so che molte persone si trovano in una posizione simile con le loro famiglie", ha detto riferendosi nello specifico alla questione dell'aborto. "Ma come hai potuto crescere una figlia sin dalla nascita e poi pensare che non meriti l'uguaglianza? Come?". In ogni caso l'attrice ha detto di aver provato a capire la posizione diversa di questi membri della famiglia, che hanno una vita e una prospettiva differente.

Lawrence ha in effetti detto che lei stessa nel tempo, a causa di esperienze personali di sessismo sul posto di lavoro e non solo, ha cambiato idea rispetto a ciò che invece pensava da giovane. "Non posso stare più con persone che non sono politiche", ha aggiunto. "Cioè, vivi negli Stati Uniti d'America. Devi essere politico. È decisamente terribile. La politica uccide le persone".

L'attrice ha poi parlato di un'esperienza personale. Rimasta incinta qualche anno fa, la giovane aveva infatti deciso di fare un'IGV, ma "ha avuto un aborto spontaneo da sola a Montreal" prima che potesse effettivamente agire lei stessa, e un altro è arrivato nel periodo in cui girava Don't Look Up. Qualche tempo dopo, quando Lawrence era incinta del figlio appena nato, si è chiesta "e se fossi costretto a farlo?".

Lawrence, ha poi parlato delle armi, dicendo che la nostra generazione ha una grande responsabilità per la vita futura dei giovanissimi. Dichiarazioni, le sue, che non possono non passare inascoltate in questo periodo storico.