Jeff Bezos svela il design del nuovo razzo orbitale della Blue Origin

di

Il CEO di Blue Origin Jeff Bezos ha svelato il nome e l'aspetto del nuovo razzo orbitale della società, che sarà in grado di lanciare carichi e persone in orbita intorno alla Terra. Il razzo è stato chiamato New Glenn in omaggio a John Glenn, il primo astronauta americano a orbitare attorno alla Terra.

Il razzo, stando alle dichiarazioni di Bezos, sarà più grande persino del Falcon Heavy di SpaceX e del Delta IV Heavy della United Launch Alliance. Continuando con la recente tendenza del settore, il New Glenn incorporerà la riutilizzabilità. Il primo stadio del razzo sarà infatti in grado di atterrare post-lancio, similmente a come è in grado di fare il New Shepard di Blue Origin dopo un volo. Tuttavia, il New Shepard è in grado di andare solo nello spazio sub-orbitale.

Il New Glenn avrà 7 metri di diametro e un’altezza compresa tra 82 e 95 metri. Tale differenza d’altezza dipende dalla presenza di uno o due stadi sulla parte superiore del razzo. Con un solo stadio superiore, il razzo sarà in grado di inviare satelliti e persone nell’orbita terrestre bassa (LEO). Ma con due stadi superiori, il New Glenn sarà in grado di portare carichi al di là della LEO.

La parte principale del razzo sarà alimentata da sette BE-4s, un motore che Blue Origin sta attualmente sviluppando. È lo stesso motore che l'azienda spera di vendere alla United Launch Alliance per alimentare il futuro razzo Vulcan. In combinazione, i BE-4s dovrebbero fornire 1,7 milioni di kg di spinta, secondo Bezos.

Per ora, però, tutto quello che abbiamo è una foto che ci mostra il progetto del modello. Il razzo alla fine sarà costruito presso lo stabilimento di produzione di Blue Origin, che è attualmente in costruzione a Cape Canaveral in Florida. Poi, il piano è quello di volare con il New Glenn “prima della fine di questo decennio”, stima Bezos.

In questo momento, l'azienda è coinvolta solo nel turismo spaziale e nella ricerca sub-orbitale per la NASA. Con il New Glenn, l'azienda potrà iniziare ad offrire un passaggio per lo spazio agli operatori satellitari, e alle aziende e ricercatori che cercano di andare oltre l'orbita terrestre, il che potrebbe fare di Blue Origin un giocatore importante per il volo spaziale, alla pari con SpaceX e la United Launch Alliance.

FONTE: The Verge
Quanto è interessante?
0
Jeff Bezos svela il design del nuovo razzo orbitale della Blue Origin