Jason Momoa è stato "arrestato" per le sue proteste contro il TMT

Jason Momoa è stato 'arrestato' per le sue proteste contro il TMT
INFORMAZIONI FILM
di

Il protagonista di Aquaman Jason Momoa è stato fotografato alle Hawaii mentre veniva "arrestato" da quattro poliziotti a causa delle sue proteste contro la costruzione del TMT, un telescopio di 30 metri, in un'area considerata sacra per la religione dei nativi hawaiani.

Si tratta, come si può vedere dalla foto in calce alla news, di una messa in scena. Lo si deduce dalle facce sorridenti dei poliziotti in posa, e dall'atteggiamento giocoso dello stesso Momoa. Le sue rimostranze, però, sono tremendamente serie, tanto che l'attore ha minacciato di non girare Aquaman 2 come forma di protesta se non verrà fermata la costruzione del telescopio.

Il Thirty Meter Telescope (TMT) dovrebbe sorgere in cima al vulcano Mauna Kea. Jason Momoa, che ha origini native hawaiane per parte di padre (così come native americane per parte di madre), è affiancato nelle sue proteste da molti hawaiani, e nei giorni scorsi ha ricevuto un attestato di solidarietà anche da parte del collega della Justice League Ezra Miller.

Parte del suo background culturale è stata trasferita nel personaggio di Arthur Curry / Aquaman, il cui padre è interpretato da Temuera Morrison, di origini maori.

Le riprese di Aquaman 2, in ogni caso, non partiranno prima del 2021. Nei giorni scorsi Jason Momoa ha reagito anche alle critiche sul suo fisico mosse da alcuni fan.

Quanto è interessante?
3