James Bond in mano ad Amazon: un autore è preoccupato per il futuro del franchise

James Bond in mano ad Amazon: un autore è preoccupato per il futuro del franchise
di

Mentre i produttori Barbara Broccoli e Michael G. Wilson ha rassicurato i fan sul passaggio di James Bond ad Amazon, lo sceneggiatore John Logan ha espresso più di una preoccupazione sul futuro del franchise in un lungo articolo pubblicato dal New York Times.

"Cosa succede se una società come Amazon inizia a imporre la propria voce nel processo?", ha scritto Logan, che ha co-firmato la sceneggiatura di Skyfall e Spectre. "Cosa succede al cameratismo e al controllo della qualità se c'è un signore di Amazon che utilizza l'analitica per ogni decisione? Cosa succede quando un focus group segnala che non gli piace che Bond beva Martini? O che uccida così tante persone? E quell'accento inglese è un po' alienante, quindi potremmo avere più americani nella storia per la commerciabilità?"

L'autore ha paura che Amazon possa sacrificare la creatività alla luce di un incremento di prodotti legati all'agente 007: "Nel contesto di un'azienda più grande, Amazon Prime Video non riguarda principalmente gli artisti. Si occupa di attrarre e fidelizzare i clienti. E quando le aziende più grandi iniziano ad avere voce in capitolo su personaggi iconici o franchise, le compagnie tendono a volere di più, non di meglio, e la qualità può variare notevolmente da progetto a progetto."

Logan infine ha aggiunto: "Bond può provocare, crescere ed essere idiosincratico. Che possa andare avanti ancora a lungo. James Bond è sopravvissuto più volte alla Guerra Fredda, a Goldfinger, allo Squalo e a Ernst Savro Blofeld. E posso solo sperare che i dirigenti di Amazon riconoscano l'unicità di ciò che hanno appena acquisito e permettano e incoraggino questa speciale azienda di famiglia a continuare senza ostacoli."

A proposito del franchise, vi ricordiamo che No Time To Die arriverà nei cinema italiani a settembre 2021.

Quanto è interessante?
2