J.J. Abrams va alla Warner Bros.: ecco il futuro per nove dei suoi progetti

J.J. Abrams va alla Warner Bros.: ecco il futuro per nove dei suoi progetti
di

Come vi abbiamo riportato qualche giorno fa, la Warner Bros. ha comprato la Bad Robot di J.J. Abrams, garantendosi i molteplici talenti del regista/sceneggiatore/produttore alla modica cifra di $500 milioni di dollari.

Ma che ne sarà dei progetti che Abrams ha creato e/o stava sviluppando alla Paramount? Guardando la sua agenda, non è difficile capire perché fosse così richiesto (anche la Disney e la Apple hanno tentato di inserirsi nell'affare), con una moltitudine di film e programmi televisivi in cantiere.

Vediamo quali.

Star Trek

Star Trek è stata una delle grandi operazioni del passato-recente di Abrams in Paramount, che però ha abbandonato nel 2013 dopo Star Trek Into Darkness per iniziare i lavori su Star Wars: Il Risveglio della Forza. Nel 2016 ha comunque prodotto Star Trek Beyond, che è stato elogiato dalla critica ma deluso dal botteghino. Un quarto film per la saga è stato pianificato ma al momento è in totale stand-by, e a questo punto lo stand-alone versione Rated-R di Quentin Tarantino è assai più probabile.

Lovecraft Country

Uno dei progetti televisivi di più alto profilo di Abrams lo associa a un altro dei creatori più dinamici di Hollywood, Jordan Peele: i due insieme stanno adattando il romanzo di Matt Ruff Lovecraft Country per HBO, un progetto che sembra combinare perfettamente le loro sensibilità. La storia racconta di tre uomini in un viaggio attraverso un'America degli anni '50 mentre affrontano "i terrori razzisti dell'America bianca e i terrificanti mostri che potrebbero fuoriuscire da un libro tascabile di Lovecraft". La serie è prodotta dalla Warner Bros. e dovrebbe esordire entro la fine del 2019.

Cloverfield

La non-saga nata nel 2008 con il primo film diretto da Matt Reeves si è evoluta negli ultimi anni per diventare l'universo cinematografico meno probabile e prevedibile di Hollywood. Dopo il sequel 10 Cloverfield Lane acclamato dalla critica ma a malapena collegato al primo capitolo, il franchise si è riconfigurato come un'antologia e Abrams ha sorpreso tutti con The Cloverfield Paradox, girato totalmente in segreto e distribuito su Netflix circa un minuto dopo la premiere del trailer. Ma con J.J. Abrams ormai lontano dalla Paramount, la saga potrebbe essere giunta al termine.

They Both Die At The End

Un altro progetto della HBO: Abrams sta adattando il romanzo di fantascienza di Adam Silvera in una serie composta da episodi di mezz'ora ciascuno. Ambientato in un futuro in cui tutti ricevono una telefonata la mattina del giorno in cui muoiono, segue due persone nelle loro caotiche ore finali. Il progetto, in fase di sviluppo con il creatore di The Other Two, Chris Kelly, è anch'esso allestito alla Warner Bros. Television.

Contraband

Si sa molto poco di questa nuova serie HBO, ma quel poco basta per renderlo forse il progetto più interessante di questo articolo. La storia è stata creata da Abrams in persona, ed è descritto soltanto come "incentrato sulla battaglia di un mondo contro una forza mostruosa e opprimente". Per il co-creatore di Lost si tratta del primo progetto televisivo come sceneggiatore dal 2010. Lo show è una produzione Warner Bros. Television.

Lisey's Story

La Apple avrà anche perso la guerra per l'acquisizione della Bad Robot, ma J.J. Abrams dovrà comunque produrre una varietà di contenuti per l'azienda. Il progetto più interessante è sicuramente Lisey's Story, una serie limitata basata sull'omonimo romanzo di Stephen King. Julianne Moore sarà la protagonista di quella che sarà una mini-serie horror psicologica che racconta delle sorprendenti scoperte di una donna dopo la morte di suo marito. La parte più bella? Tutti gli otto episodi saranno scritti da Stephen King in persona.

Little Voice

Un'altra serie della Apple, Little Voice, associa Abrams alla cantautrice Sara Bareilles in un musical tratto dall'album di debutto di quest'ultima. Il progetto, che racconta di un'artista che cerca di trovare la sua voce a New York, conterrà brani originali della Bareilles e dimostra ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, la versatilità di Abrams come produttore.

My Glory Was I Had Such Friends

Terza e ultima incursione di Abrams nel servizio di streaming di Apple: il progetto lo riunisce con Jennifer Garner, star di Alias, e adatterà l'omonimo memoriale di Amy Silverstein. La serie limitata segue un incredibile gruppo di donne che creò un sistema di supporto per la Silverstein mentre questa aspettava un trapianto di cuore. Insieme a Lisey's Story e Little Voice, lo show fornisce anche un indizio su come si evolverà la carriera di Abrams dopo l'accordo con Warner Bros.: la Apple infatti si sarebbe assicurata come prima compratrice dei contenuti che Abrams produrrà per la Warner Bros.

The Wrong Mans

Infine c'è The Wrong Mans, serie creata ed interpretata da James Corden che nel 2013 è stata un vero e proprio successo in Inghilterra. Abrams e Corden stanno producendo un episodio pilota per un remake statunitense, allestito alla Showtime e interpretato da Ben Schwartz. La serie segue due impiegati che devono salvare un ostaggio dopo aver ricevuto per errore una telefonata di ricatto per qualcun altro. È ancora un altro spettacolo della Warner Bros., cosa che rende la transizione di Abrams incredibilmente fluida.

Cosa ne pensate di questi progetti? Fatecelo sapere nella sezione dei commenti!

Per altri aggiornamenti, vi ricordiamo che J.J. Abrams ha scritto una serie di Spider-Man per la Marvel Comics, la cui pubblicazione esordirà a settembre prossimo. Ai disegni l'italianissima Sara Pichelli.

Quanto è interessante?
10