IT, Sophia Lillis non può più pensare ai clown dopo Pennywise

IT, Sophia Lillis non può più pensare ai clown dopo Pennywise
di

Nel corso di un'intervista concessa durante il podcast That Scene with Dan Patrick, Sophia Lillis ha ricordato i giorni delle riprese dei due capitoli di IT, il dittico tratto da Stephen King e diretto da Andy Muschietti e di non poter più pensare tranquillamente ai clown senza che le venga in mente l'orrore di Pennywise.

Nel podcast sponsorizzato da IMDb, la giovanissima interprete di Beverly Marsh ha appunto dichiarato che il suo partecipare al film le ha cambiato la prospettiva della figura dei clown: "Beh, non riesco a pensare ai clown senza che mi venga in mente Pennywise, perché ovviamente è stata una segmento importante della mia vita. Intendo dire, stavo per iniziare il liceo, non so se mi abbia rovinato i clown per sempre. Forse l'ha fatto, penso sia successo questo. Sì me li ha rovinati. Per questo quelle scene le ricordo molto bene... tutto quello che affronta il tuo personaggio si personifica. Così lei ha il primo vero incontro ravvicinato con Pennywise. Fai la scena per la prima volta e vedi il sangue uscire dal lavandino, come reagisci? Poi pensi, ok, mio padre non può vedere questo sangue! Ma devo recitare come se lui lo dovesse vedere. Ce l'ho tutto addosso e devo essere spaventata a morte perché c'è qualcosa dentro il lavandino".

"Recitare non è facile, ma quando sei in quella scena e vedi letteralmente tutta la stanza ricoperta di sangue hai tutto quello che ti occorre per essere spaventata. Quindi non è stato complicato essere spaventata".

It - Capitolo Uno e It - Capitolo Due sono già disponibili nelle rispettive edizioni home video; recentemente una fan theory ha provato a spiegare il reale significato dei palloncini rossi che appaiono in entrambi i film e nel romanzo come leitmotiv.

Quanto è interessante?
2