Marvel

Iron Man: la Marvel ricorda il problema di casting nella scelta di Robert Downey Jr.

Iron Man: la Marvel ricorda il problema di casting nella scelta di Robert Downey Jr.
di

Tutti ricorderanno in che condizioni fosse la reputazione di Robert Downey Jr. prima del 2008, ovvero prima della completa riabilitazione agli occhi del grande pubblico grazie soprattutto alla parte di Tony Stark/Iron Man nel primo dei film del Marvel Cinematic Universe.

Ebbene, a darci una rinfrescata sull'argomento ci ha pensato Sarah Finn, direttrice casting per i Marvel Studios, che dopo aver raccontato della vicenda di Chris Pratt su Captain America, è tornata a parlare delle problematicità nello scegliere Robert Downey Jr. per un film decisamente "family friendly". Finn ha ammesso che la decisione finale sull'attore venne presa da Jon Favreau e che sia lei che il regista continuavano a ritornare su Downey Jr. a causa delle caratteristiche di Tony Stark. Una versione molto simile a quella raccontata dallo stesso Favreau, dove ammetteva di aver forzato lo studio - riluttante inizialmente a ingaggiarlo - a scegliere l'attore.

"Robert Downey Jr. a quel punto della sua carriera, non era proprio un nome da film 'family friendly' - ha ammesso la Finn - C'erano delle preoccupazioni: era un uomo d'azione? Il suo nome avrebbe potuto promuovere un film per famiglie? Jon si era innamorato dell'idea di Downey nella parte e noi tutti ci sentivamo estremamente sicuri su di lui a livello creativo. Questo perché non è arrivata subito l'approvazione, così continuavamo nel frattempo a cercare altri nomi. Quindi ho suggerito di registrare degli screen-test e lasciare che vincesse il migliore".

Finn ha aggiunto che durante il provino Downey Jr. cantasse "God, I Hope I Get It" da A Chorus Line e quando arrivò davanti alle telecamere fu quello il momento di svolta del processo di casting. Il produttore Louis D'Esposito avrebbe poi affermato che la assunzione dell'attore fu la miglior decisione mai presa dalla Marvel. La clip del provino dell'attore per la parte è stata inclusa negli extra di Avengers: Endgame.

E non è difficile capirne il motivo. Dal primo Iron Man in avanti, Robert Downey Jr. è diventato il volto simbolo del Marvel Cinematic Universe e non è certo un caso se tutta la narrazione fino alla conclusione della Fase 3 ruoti attorno al suo personaggio, che trova una degna chiusura nell'epico momento di Avengers: Endgame.

FONTE: ComicBook
Quanto è interessante?
3