Iron Man 3: una lunga intervista a Kevin Feige

di

Manca ormai poco all'uscita nei cinema italiani di Iron Man 3 (fissata per il 24 aprile prossimo) e oggi vi proponiamo la lunga intervista fatta dalla Marvel al presidente dei Marvel Studios, Kevin Feige. La potete leggere dopo il salto.



Dove troviamo Pepper Potts all'inizio del film?

All'inizio del film, Pepper sta guidando le Stark Industries; lei è l'amministratrice delegata delle Stark Industries come lo era in Iron Man 2 e ora sta accettando il fatto che Tony Stark non sia più parte di tutto questo. Lui si sta focalizzando sulle armature; lui si sta focalizzando sull'essere un supereroe e lei è una donna cosi potente che ha preso questa posizione di potere all'interno della società. E' anche andata avanti con Tony, e ora sono una coppia e non ci sono segreti in questo, come avete potuto vedere anche in The Avengers. Chiaramente la relazione è progredita da quel bacio in Iron Man 2. Quindi ora vivono insieme e hanno questa relazione stabile, che è una cosa quasi unica nel genere supereroistico. E' una delle ragioni per cui lo abbiamo voluto fare. Ma quando vivi con Tony Stark ci sono sempre dei problemi e delle preoccupazioni e, una di queste, è che lui non riesce a dormire all'inizio della pellicola. Passa tutto il suo tempo ideando e costruendo armature. E Tony non fa nient'altro che costruire armature. E' un'ossessione e, come la chiama Pepper, una distrazione. E' chiaro che questo avrà delle ripercussioni sul loro rapporto.

Jon Favreau riprenderà il ruolo di Happy Hogan nel film. Come è stato averlo a bordo del progetto ma non come regista stavolta?
Avere Jon Favreau a bordo del progetto, non solo come Happy Hogan con una parte ancor più grande di quanto lo sia stata nei precedenti film, ma anche come produttore esecutivo, è una risorsa enorme per quanto riguarda la sceneggiatura. Jon è stato davvero gentile e ha aiutato Shane Black. Shane ha chiesto numerosi consigli a Jon: dal lavorare con Robert al personaggio, dall'ottenere il meglio dal cast dei precedenti film, a domande tecniche. Ora Jon è un regista di serie A, che ha lavorato cosi tanto con gli effetti visivi e ora si vanta di sapere molto a riguardo. Jon è stato gentile da condividere queste conoscenze con Shane. E' stata una cosa veramente speciale aver avuto Jon sul set e il suo ruolo in questo film, in un certo senso, è quel che dà il via all'avventura di Tony nella pellicola. Il cuore, al centro del film, non è solo Pepper o il ragazzino di nome Harley ma anche Happy Hogan. Jon ruba ogni scena in cui recita in Iron Man 3. E' divertentissimo e ha dato il suo meglio.

Parlaci di Don Cheadle di nuovo nel ruolo di Rhodey e dove lo troviamo all'inizio del film.
L'ultima volta che abbiamo visto Jim Rhodes, interpretato da Don Cheadle, è stato quando è volato via da Tony alla fine di Iron Man 2, portandosi dietro l'armatura che aveva 'rubato' a casa di Tony. Quel che scopriamo all'inizio di Iron Man 3 è che hanno fatto un'accordo. Tony gli ha lasciato tenere l'armatura; lui la usa insieme al Governo degli Stati Uniti D'America. Quindi, all'inizio di Iron Man 3, vediamo il Presidente chiedere a Rhodey nei panni di War Machine di verniciare l'armatura e assumere il nomignolo di Iron Patriot per essere al servizio dell'America ed essere l'eroe americano in contrasto con i Vendicatori e con Iron Man stesso, che sono una sorta di entità separata. Rhodey, essendo un militare, esegue gli ordini con orgoglio. Ma è ancora il miglior amico di Tony e gli fornisce le informazioni 'dietro le quinte', e penso che lo abbia fatto sin da quando ha preso l'armatura in Iron Man 2. Questo rapporto tra Tony e Rhodey è al centro del franchise e del fumetto. Nei film di Iron Man, fin'ora, Rhodey è sempre stato la coscienza di Tony. E' sempre stato quello che ha messo in guardia Tony: 'sei sicuro che dovresti fare questo? Lo farai in questo modo? Perché stai facendo questo?'. In questo film esploreremo ancor di più la loro amicizia e vedrete perché sono ancora migliori amici nella pellicola. In un certo senso, nel terzo atto, quando fanno squadra, diventa un 'buddy action movie'. Nessuno di loro ha l'armatura a quel punto del film e fanno squadra come nei film d'azione vecchio stile e Robert e Don hanno questo splendido rapporto. Don riesce a tenere il passo con tutte le improvvisazioni di Robert tanto che nel film risulta perfetto. Quindi vedere Don tornare nel ruolo è un piacere enorme e porta un livello di autorità alla parte; credi a tutto quel che dice e alla sua amicizia con Tony.

C'è sempre stato il piano di inserire il Mandarino nella storyline di Iron Man?
Il Mandarino è senza dubbio il più grande nemico di Iron Man. Francamente, la ragione di tutto questo non è perché è apparso in un mucchio di grandi storie ma che è apparso in un mucchio di storie sin dagli anni sessanta. Quindi se chiedi 'chi è il più grande nemico di Iron Man?', molti ti risponderanno il Mandarino ed è per questo che è sempre stato in cima alla lista per ogni film. Non a caso è sempre stato nelle stesure delle sceneggiature dei precedenti film fino a tre mesi prima dell'inizio delle riprese. Ogni volta che stavamo per realizzare un nuovo film parlavamo del Mandarino ma non avevamo grande idee sul come adattarlo. Le sue apparizioni nei fumetti sono spesso datate. Non sono più appropriate per i giorni d'oggi ed è stato aggiornato in molti modi ma non in quel modo che pensavamo potesse funzionare su pellicola. Ma poi Shane Black ha avuto l'idea di renderlo uno con un background sconosciuto; ma non sappiamo da dove provenga inizialmente, ma sembra essere una sorta di ufficiale militare. Inizia a tirar fuori tutta questa iconografia e questo simbolismo da altre culture per i propri fini e usarli per pervertire il simbolo degli Stati Uniti. Utilizza il nomignolo del Mandarino e abiti con draghi su di esso e una tattica di guerriglia sudamericana per creare questo alone di paura nei confronti della sua organizzazione terroristica. Il Mandarino è una specie di terrorista spaventoso dei giorni nostri che ha preso i motivi terroristici da tutto il mondo per usarli per i propri fini. E' stata un'idea interessante e spaventosa. E la cosa migliore del Mandarino nei fumetti è che è stato implacabile quando si è scagliato contro Tony. Quando vedrete il film, nel primo atto sarà accaduto qualcosa e il Mandarino è ritenuto responsabile. Sulla tv nazionale Tony dice 'ti verrò a prendere, Mandarino. Ti troverò'. E nel giro di un giorno, il Mandarino distrugge la villa di Tony. Obadiah Stane non ha fatto questo, Whiplash non ha fatto questo, nemmeno Loki l'ha fatto. Il Mandarino lo fa nel primo atto di Iron Man 3. Questo è veramente serio e gigantesco. Quando stavamo cercando l'attore per il ruolo, abbiamo cercato qualcuno che non avesse un'etnia ben precisata e qualcuno che fosse spettacolare come attore. Sir Ben Kingsley era interessato e ha ottenuto il ruolo. Ci sono diverse incarnazioni del Mandarino nei fumetti; in un certo senso si è estraniato dai fumetti per creare la sua versione unica e iconica del villain. Quando ascolti la sua voce nel trailer è inaspettato. Questo è venuto fuori perché avevamo bisogno di qualche dialogo registrato da Ben per il filmato che dovevamo mostrare al Comic-Con. Lui ci disse che aveva lavorato sulla voce del personaggio e lo facemmo provare. Non sapevamo cosa pensare inizialmente finché non lo sentimmo e pensammo 'oh mio Dio, è brillante!'. E' affascinante e non riesci a puntare il dito su ciò che è o da dove sia venuta, che è esattamente quel che è il Mandarino nel film. Quindi avere Ben Kingsley a bordo è stato straordinario e penso sorprenderà un mucchio di persone con la sua performance.


Parlaci del personaggio interpretato da Guy Pearce, Aldriach Killian.
Siamo fan di Guy da anni e volevamo ingaggiarlo per ogni film che abbiamo realizzato e questo è stato uno di quelli per cui tutto ha funzionato a dovere. Il personaggio che interpreta, Aldriach Killian, è un personaggio dei fumetti; abbiamo ampliato il suo personaggio in maniera molto grande nel film. Abbiamo sempre voluto, con i film su Tony Stark, avere un personaggio che rappresentasse un certo angolo della sua persona e Killian è qualcuno che vuole essere un'agitatore, vuole essere un leader nel settore. Killian è a capo di un'organizzazione chiamata A.I.M. che sta sviluppando Extremis, che è qualcosa che va ad intaccare il DNA umano ed è in grado di riprogrammare e rigenerare gli arti e migliorare la forza e la cura delle ferite. Ma può anche cambiare il mondo intero, che è quel che Killian vuole fare. Quando hai Guy Pearce in una scena con Gwyneth Paltrow o con Robert Downey Jr., il livello della recitazione è tre volte più grande. E' un'attore straordinario. Killian è un personaggio che sorprenderà, soprattutto nel vedere l'apporto di Guy al ruolo.

Extremis è basata sulla bio-tecnologia, giusto?
Si. Quando stavamo sviluppando Iron Man, uscì un fumetto chiamato Extremis. Era scritto da Warren Ellis e disegnato da Adi Granov e dalla cover del primo numero realizzammo che quello era il livello successivo per Iron Man e funzionava perfettamente ed anche il tempismo era perfetto. Pensammo che a livello di tono era qualcosa su cui avremmo potuto fare un film. Finimmo per ingaggiare Adi Granov per aiutarci con il design delle armature nel primo film. Il tono del rapporto tra Tony e Yinsen, l'idea di una Mark I più grande ed ingombrante, provengono tutte da quella storyline. In quella storyline c'era Extremis, che è un miglioramento biologico e una sorta di arma biologica che le persone ingeriscono, per poi essere in grado di fare cose spettacolari. Ad ogni film abbiamo pensato 'è il momento per fare Extremis?' ma ho pensato che fosse adatto per un terzo film. Cosi, quando abbiamo iniziato a sviluppare Iron Man 3, abbiamo inserito quella storyline in maniera grandiosa.


Parlaci di Rebecca Hall nei panni di Maya Hansen.
Abbiamo visto Rebecca in un film di Woody Allen; poi l'abbiamo vista in The Town. E' un'attrice incredibile. E' una delle migliori attrici in circolazione. E' una cosa difficilissima fare i casting per questi film perché devi trovare di grandi attori che possano unirsi al cast già formato nei film precedenti. Per fortuna Rebecca era interessata ad unirsi a noi e ha fatto un lavoro eccellente. Lei e Tony condividono un passato insieme e c'è una scena ad inizio film che ha delle sfumature romantiche ed è divertente vedere questa sorta di triangolo tra Pepper, Tony e Maya vedere come questo fa prendere una piega inaspettata a spese di Tony. Rebecca è semplicemente straordinaria in queste sequenze e nel mostrare come il suo personaggio è lacerato nel sapere che ha inventato qualcosa che può fare cose incredibili ma, allo stesso tempo, vedendo come tutto è andato per storto e come è diventato pericoloso.

Parlaci di James Badge Dale nei panni di Savin.
James Badge Dale interpreta un personaggio chiamato Savin. Lavora per il personaggio di Guy Pearce, Aldriach Killian. Non saprete molto su Savin ad inizio film ma mentre il film andrà avanti scoprirete quanto spaventoso sia e che è qualcuno che ha usato l'Extremis di Maya Hansen per i propri scopi. [...] James è un attore straordinario, lo abbiamo visto in film diversi. Lo abbiamo visto nella miniserie tv The Pacific e ha fatto un lavoro straordinario in quella serie. E poi in The Grey lo scorso anno. [...]

FONTE: Marvel
Quanto è interessante?
0

Iron Man 3

Iron Man 3
  • Distributore: Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
  • Genere: Comics / Fumetti
  • Regia: Shane Black
  • Interpreti: Robert Downey Jr, Gwyneth Paltrow, Don Cheadle, Ben Kingsley, James Badge Dale, Guy Pearce, Rebecca Hall, Jon Favreau, Ashley Hamilton, Stephanie Szostak
  • Sceneggiatura: Shane Black, Drew Pearce
  • Sito Ufficiale: Link
  • +

Nelle sale Italiane dal: 24/04/2013

incasso box office: 15.834.772 Euro

Nelle sale USA dal: 03/05/2013

incasso box office: 403.120.000 Euro

  • Formato Blu-Ray
  • Anno di Uscita: 2013
  • Numero Dischi: 2
  • +

Che voto dai a: Iron Man 3

Media Voto Utenti
Voti: 77
8
nd