Indiana Jones 5, David Koepp ha detto addio ad Harrison Ford per via di Steven Spielberg

Indiana Jones 5, David Koepp ha detto addio ad Harrison Ford per via di Steven Spielberg
di

Nel corso di una recente intervista promozionale con i colleghi di Den of Geek lo sceneggiatore David Koepp, storico collaboratore di Steven Spielberg, ha rivelato i motivi che lo hanno spinto ad abbandonare la realizzazione di Indiana Jones 5.

"Ho provato un paio di versioni diverse con Steven e avevano tutte delle idee davvero buone, ma tutte avevano anche alcune cose che non funzionavano, il che succede", ha dichiarato Koepp. “Ma è stato molto difficile riunire tutti gli elementi, ovvero Steven, Harrison, una sceneggiatura e il si della Disney. E qualcosa non è andato per il verso giusto".

Il nuovo film è stato confermato nel 2016 con Koepp alla sceneggiatura, ma nel 2018 Jonathan Kasdan (il cui padre Lawrence Kasdan scrisse I Predatori dell'Arca Perduta) venne assunto come secondo sceneggiatore, salvo poi assistere nel 2019 al ritorno dell'inossidabile David Koepp.

Alla fine però, come noto, James Mangold ha sostituito Steven Spielberg alla regia del film, e questa è stata la 'goccia che ha fatto traboccare il vaso' per Koepp.

"Quando James Mangold è subentrato a Steven, diciamo che ho capito che sarebbe stato un punto di rottura abbastanza logico", ha sottolineato lo sceneggiatore. "È un momento anche molto elegante per uscire dalla porta principale, perché penso che l'ultima cosa che un nuovo regista voglia sia lo sceneggiatore del vecchio regista fra i piedi. Voglio dire, sarebbe stata una seccatura un po' per tutti. L'ultima cosa di cui hai bisogno come regista è un tipo losco seduto con le braccia incrociate che ti dice di continuo: 'Beh però Steven l'avrebbe fatto in un modo diverso ...' Ho avuto una bella conversazione amichevole con James e ho salutato tutti".

Per altri approfondimenti vi rimandiamo all'Everycult su Indiana Jones e l'Ultima Crociata.

Quanto è interessante?
5