Il regista de La Vita di Adele accusato di violenza sessuale

Il regista de La Vita di Adele accusato di violenza sessuale
di

Abdellatif Kechiche, regista tunisino naturalizzato francese e palma d'oro a Cannes nel 2013 La Vita di Adele, nelle scorse ore è stato accusato di violenza sessuale.

L'accusatrice, un'attrice che per ora ha deciso di rimanere anonima, ha presentato una denuncia alla polizia francese all'inizio di ottobre, sostenendo di essere stata aggredita da Kechiche durante una cena tenutasi lo scorso giugno a Parigi. Gli avvocati del regista hanno dichiarato che il loro assistito "nega categoricamente" ogni accusa.

Secondo Deadline la polizia francese ha avviato come da prassi un'indagine preliminare riguardo l'accusa. L'appartamento nel quale sarebbe avvenuta la violenza era intestato ad un comune amico di Kechiche e dell'attrice.

Kechiche è diventato famoso in tutto il mondo quando decise di condividere la Palma d'oro de La Vita di Adele con le attrici protagoniste del film, Léa Seydoux e Adèle Exarchopoulos. Nonostante il plauso universale della critica, il film fu oggetti di alcune polemiche riguardanti le scene di sesso grafico, per alcuni particolarmente e inutilmente estese. Quell'anno sia la Seydoux che la Exarchopoulos avevano dichiarato in un'intervista che lavorare con Kechiche era stato estremamente difficile, il che ha portato alcuni a mettere in dubbio la gestione del regista nelle scene di sesso nel corso della produzione. L'autore ha dovuto affrontare simili polemiche anche per il suo film del 2017 Mektoub My Love - Canto Uno.

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
3

Appassionato dei supereroi Marvel? Acquista Avengers Infinity War in Blu-Ray HD su Amazon e goditi lo scontro tra Thanos e i Vendicatori!