Venezia 2011

Il premio Pro-Life torna alla Mostra del Cinema di Venezia

di

Il premio Pro-Life torna alla Mostra del Cinema di Venezia, giunta quest'anno alla 68° edizione che si aprirà il prossimo 31 agosto per concludersi il 10 settembre. La FFF lo attribuirà al film che promuove la difesa al valore della vita umana. Nel 2010 il riconoscimento è stato assegnato a L'amore Buio di Capuano. Il premio ‘pro-life’ torna alla Mostra del Cinema di Venezia per il terzo anno consecutivo . Sarà assegnato dal Film Family Festival e dal Movimento per la Vita. Nel 2010 andò a L’amore buio di Antonio Capuano. Il premio ‘Gianni Astrei pro-life’ sarà assegnato anche nel 2011 al film della Mostra del Cinema di Venezia che “abbia maggiormente contribuito, con i contenuti della storia e con il proprio linguaggio, alla promozione della difesa del valore della vita umana". Il riconoscimento è intitolato a Gianni Astrei, medico pediatra, fondatore del Film Family Festival, membro del direttivo e "animatore instancabile" del Movimento per la Vita. L’FFF (svoltosi anche quest’anno a Fiuggi dal 28 al 31 luglio, diretto da Mussi Bollini), e il Movimento per la Vita, presieduto dall’On. Carlo Casini, hanno deciso di chiedere ad Andrea Piersanti di presiedere la giuria anche per la terza edizione. La giuria sarà composta da Emanuela Genovese di Box Office e Best Movie (testate giornalistiche della E-Duesse di Vito Sinopoli, dal 2008 media partner del FFF), Francesco Casini, Antonella Bevere (vedova di Astrei e presidente dell’ FFF) e Angelo Astrei (figlio di Gianni).

Andrea Piersanti, ideatore del premio, è stato direttore dell'FFF nelle prime due edizioni; è stato, fra le altre cose, anche presidente dell'Istituto Luce e dell'Ente dello Spettacolo. Professore di Teorie e tecniche del linguaggio Audiovisivo presso l'Università La Sapienza di Roma, è autore di numerose pubblicazioni sulla comunicazione contemporanea come Marketing Televisivo, Giornalisti nella rete e Bytes alla arrabbiata. "Gianni Astrei aveva una visione molto chiara delle potenzialità del cinema - ha detto Piersanti - Il cinema è il principale ispiratore della maggior parte delle scelte culturali dei giovani. Il presidio etico del cinema quindi è una necessità per il mondo degli adulti. Siamo particolarmente felici di tornare anche quest'anno alla Biennale e siamo particolarmente grati al presidente Paolo Baratta, al direttore Marco Muller e al direttore organizzativo Luigi Cuciniello, per averci permesso di istituire il premio ‘Gianni Astrei pro-life'.

Quanto è interessante?
0
Il premio Pro-Life torna alla Mostra del Cinema di Venezia
Venezia 2011
Recensione Faust
Faust