Il Piccolo Principe conquista i botteghini italiani in soli tre giorni

di

Se Checco Zalone sta macinando record su record non è da meno Il Piccolo Principe. Il film d'animazione distribuito il primo gennaio, in contemporanea con Quo Vado? sta riuscendo a emergere nonostante l'Italia si sia riversata completamente dinanzi alla pellicola diretta da Gennaro Nunziante, che ha incassato 22 milioni di euro in tre giorni.

L'incasso per Il Piccolo Principe, distribuito in Italia da Lucky Red, è di 2,86 milioni di euro, ottenuti in soli tre giorni, per un totale di 420mila spettatori. La media per sala è allo stesso tempo molto alta, arrivando a 6500 euro per copia distribuita, sempre in soli tre giorni, in attesa dei dati di oggi: le sale in totale sono 439, la metà di Star Wars: Il Risveglio della Forza e quasi un terzo di Quo Vado?. Il dato conferma che il film ha una media elevatissima per il proprio genere, che è quello che si indirizza ai bambini, forte dell'aver riportato al cinema un romanzo conosciutissimo e che molti adulti hanno imparato ad apprezzare in egual misura ai bambini.

Mark Osborne, insomma, è riuscito a dire "ci sono anche io" in Italia, posizionandosi al secondo posto nella classifica dei botteghini, subito dietro chiaramente a Checco Zalone. Il Piccolo Principe riesce addirittura a superare Star Wars, oramai arrivato quasi al termine del proprio percorso dopo due settimane piene di programmazione: 2,62 milioni di incasso, il che significa appena duecentomila euro in meno, per un totale che però si assesta sui 22milioni e più di incasso ai botteghini.

Quanto è interessante?
0