Il nuovo Bond movie sarà il film col maggior tasso di product placement

di

Per chi non è avvezzo a certe terminologie tecniche, riteniamo che sia meglio spiegare cosa s'intende per "product placement" prima di addentrarci nello specifico della notizia. Come scrive Wikipedia "Il product placement è lo strumento attraverso il quale si pianifica e si posiziona un marchio all’interno delle scene di un prodotto cinematografico a fronte del pagamento di un corrispettivo da parte dell’azienda che viene pubblicizzata". Fino ad oggi, il record in materia spettava a Minority Report, il film di Spielberg con Tom Cruise. Ben 20 milioni di dollari del suo budget (pari a circa 102 milioni di dollari) erano stati coperti dai vari marchi presenti nello stesso (Lexus, Bulgari e American Express).

Tale record è destinato ad essere infranto dal nuovo film di James Bond. MgM e Sony, riusciranno a coprire un terzo dei costi di produzione del film, circa 45 milioni di dollari, grazie al product placement. Le intenzioni delle due major sono quelle di instaurare una collaborazione con prodotti di punta (e per la prima volta anche con società di tecnologia cinesi). I fan sono preoccupati del fatto che la storia della pellicola possa piegarsi troppo alle necessità degli inserzionisti. Preoccupazioni condivise anche da Morgan Spurlock (Super Size Me) che nel suo ultimo documentario, The Greatest Movie Ever Sold che esplora proprio l'universo del product placement, dove deride apertamente le riprese ravvicinate dei telefonini Sony Ericsson presenti negli ultimi due Bond Movie, senza dimenticare il ridicolo dialogo fra 007 e Vesper Lynd in Casino Royale, incentrato proprio su una celebre marca di orologi. In calce alla news trovate un video riepilogativo del product placement in casino Royale, comprensivo di scena incriminata.

Quanto è interessante?
0