Il lavoro e il cinema, oggi a Roma con CGIL e Archivio Audiovisivo

di

La CGIL e l'Archivio Audiovisivo sono consapevoli dell'importanza che i materiali audiovisivi e multimediali hanno nella società contemporanea, ai fini dell'informazione e della formazione, e quindi dello sviluppo della conoscenza e della  democrazia, grazie anche alle nuove tecnologie digitali e allo sviluppo delle reti, che consentono anche ai soggetti deboli, come le donne, i giovani, i migranti, di accedere a nuove opportunità, di uscire dall'anonimato e far sentire la propria voce.

La CGIL e l'ARCHIVIO AUDIOVISIVO in un periodo storico in cui sono forti le spinte all'omologazione, al revisionismo culturale e alla cancellazione della memoria, sono convinti della funzione fondamentale che i materiali audiovisivi e multimediali hanno per conservare, proteggere e diffondere la grande storia riguardante il movimento operaio, il lavoro, i diritti delle persone, e in generale tutta la storia sociale.

Così recitano i primi due articoli della Convenzione tra la CGIL e l'AAMOD che verrà firmata il 1 marzo 2012, presso l'Archivio audiovisivo, dal Segretario generale Susanna Camusso e dal Presidente della Fondazione, Ugo Adilardi.
Programma dell'evento
Ore 17:30
Saluti
Ugo Adilardi, Presidente Aamod
Rossana Rummo, Direttore Generale per gli Archivi
Interventi
Carlo Felice Casula, Carlo Ghezzi, Wilma Labate, Carlo Lizzani, Antonio Medici, Paolo Pisanelli, Daniele Vicari
Proiezioni "Memorie di lavoro e di lotta" (schede dei film)
    Manifestazione del 1° maggio, b/n, muto, 4'20'', (prima documentazione filmica italiana della Festa del lavoro)
    Linea di montaggio di Ansano Giannarelli, produzione Reiac Film, b/n, 10', 1972
    Tram-Mob. 8 marzo 2011, regia Wilma Labate, durata 9', colore, 2010 
 Intervento conclusivo di Susanna Camusso
Firma della Convenzione CGIL - AAMOD
Brindisi 

Informazioni: Segreteria AAMOD, via Ostiense 106 Roma, tel.(39) 06/57289551 - 06/5742872 - 06/57305447 - fax (39) 06/5758051 - e-mail: info@aamod.it - sito: www.aamod.it

Quanto è interessante?
0