Il creatore di Hellboy promette un reboot più fedele alla serie a fumetti

di

Mentre il regista che negli ultimi anni ha portato al cinema la storia del diavolo rosso ha vinto la scorsa notte l’Oscar per La forma dell’acqua, Hellboy farà ritorno nelle sale con un reboot che promette di non essere un film costruito sulle origini del personaggio. A proposito dell’attinenza con i fumetti è intervenuto il creatore Mike Mignola.

Diretto dal film-maker Neil Marshall, il riavvio cinematografico del diavolo rosso, stando alle parole di Mignola sulle pagine di Entertainment Weekly, presenterà una differenza in particolare con quanto è stato sviluppato in passato dal regista messicano Guillermo del Toro:

È divertente perché il mio coinvolgimento è stato molto diverso da quello dei film di del Toro. La differenza è che quando abbiamo realizzato il primo film conoscevo del Toro da sei anni. Ho conosciuto invece Neil un paio di mesi prima che lui lavorasse al film. È stato molto diverso, ma sono stato coinvolto fin da quando hanno annunciato che avrebbero realizzato un altro film su Hellboy e la storia scelta per esso. Siamo andati avanti e indietro per capire come adattare questa specifica storia”.

Mentre il primo capitolo cinematografico di Hellboy potrebbe essere catalogato come un libero adattamento della serie a fumetti di Mignola, Hellboy: The Golden Army, invece, ha seguito un percorso tutto suo, in cui il premio Oscar ha immaginato un mondo più personale, dai toni assimilabili all’acclamato Il labirinto del fauno uscito in sala di due anni prima. L’acceleratore spinto sull’elemento fantasy ha in parte destabilizzato l’universo dark immaginato dal suo creatore.

Nel reboot, invece, sembra che il creatore dei fumetti abbia avuto una parte molto attiva:

In diverse occasioni sono stato molto più attivo nella stesura della sceneggiatura di quanto non lo fossi stato con i film di del Toro. In ogni caso non sono stato responsabile del reparto design della pellicola. Guillermo mi ha voluto come concept artist, ma per questo progetto ce n’erano già di queste figure. Entrando a farne parte ho guardato un po’ di materiale e posso dire che stavano tentando di fare qualcosa così simile a ciò che c’è nei fumetti da fare affidamento sul materiale realizzato da me e da Duncan Fegredo”.

Sebbene non ci sia ancora una trama ufficiale, la storia, ispirata agli archi narrativi di Darkness Calls, The Storm and the Fury e The Wild Hunt, dovrebbe essere ambientata in Inghilterra e ruotare attorno alla lotta tra Nimue (Milla Jovovich), la Regina di Sangue, ed Hellboy, un faccia a faccia che potrebbe far scoppiare l'apocalisse.

Sceneggiato da Andrew Cosby e da Christopher Golden, in cabina di regia troviamo il cineasta Neil Marshall (Lost in Space). Lorenzo Senatore (Risorto) è stato chiamato per la fotografia del lungometraggio, mentre Paul Kirby (Il giustiziere della notte) si è occupato del reparto scenografico.

Nelle fila del cast artistico figurano la star di Stranger Things, David Harbour, nei panni del diavolo rosso, Milla Jovovich, Ian McShane, Daniel Dae Kim, Sasha Lane e Brian Gleeson.

Il reboot di Hellboy verrà distribuito dalla Lionsgate nelle sale cinematografiche statunitensi a partire dal prossimo 11 gennaio 2019.

FONTE: EW
Quanto è interessante?
2