Il British Film Institute non produrrà più film con dei villain sfigurati in volto

Il British Film Institute non produrrà più film con dei villain sfigurati in volto
di

Altra storia di minoranza, altra corsa. Questa volta non c'entrano nulla LBGTQ, comunità afro-americane o latine o movimenti femministi, perché a lanciare una campagna di sensibilizzazione tutta particolare è stato il gruppo Changing Faces, dedicato a tutte quelle persone con visibili "differenze" in volto - specie bambini.

Si parla tendenzialmente di menomazioni che hanno lasciato nei volti di queste persone delle cicatrici profonde o visibili (ma non vengono escluse anche mani e corpo, ovviamente), portandole a subire lo stigma sociale della discriminazione. Nel tempo, nel cinema, la cicatrice sul volto - nelle sue diverse forme - è divenuta forse involontariamente una sorta di stenografia della malvagità, tanto che l'organizzazione benefica di cui sopra ha deciso di lanciare la campagna social #IAmNotYourVillain, per sensibilizzare le masse.

Ad assecondare prontamente l'organizzazione è intervenuto anche il British Film Institute, organizzazione dedicata al sostegno finanziario di film prodotti su suolo britannico, che annualmente assegna una certa quantità di fondi da destinare a film indipendenti o studios inglesi. Il BFI ha preso quindi posizione e ha comunicato che non destinerà più soldi a film che avranno tra i protagonisti dei cattivi con delle cicatrici in volto.

Se pensiamo comunque a i generi di film finanziati dall'Istituto, questo non avrà conseguenze poi così estreme, ma da parte dell'organizzazione è un bel modo di appoggiare una campagna di sensibilizzazione molto sentita.

Il comunicato del BFI spiega: "Il cinema ha una potente influenza sulla società, ci consente di vedere il mondo in modi sempre nuovi, arricchisce le vite e può contribuire attivamente al nostro benessere. È anche un catalizzatore per il cambiamento ed è per questo che ci stiamo impegnando per non avere più rappresentazioni negative tramite cicatrici o differenze facciali nei film che finanziamo. È stupefacente pensare che i film abbiano sfruttato questa visibile differenza come una scorciatoia per la mostrare la malvagità, così spesso e così a lungo. È giunto il momento che tutto questo finisca".

Cosa ne pensate?

FONTE: SR
Quanto è interessante?
9

Gli ultimi Film in uscita in Homevideo BluRay e DVD li trovi in offerta su Amazon.it.