di

Bryan Singer e a Kevin Spacey sono stati entrambi accusati di presunti comportamenti equivoci sul posto di lavoro e questo ha provocato uno stop della carriera del secondo e diversi problemi al primo.

Il baronetto di Sua Maestà Sir Ian McKellen ha parlato dei due, regista e attore, in una recente chiacchierata con il podcast QueerAF:

"Francamente sto aspettando che qualcuno accusi me di qualcosa e in quell'occasione mi chiederò se sono loro a mentire o se sono io ad aver dimenticato. I due che hai nominato sono entrambi professionisti con i quali ho lavorato ma hanno sempre tenuto nascosta la loro vita privata. E quindi, tutti i loro problemi come persone e le loro relazioni con altre persone - se fossero stati più aperti su sé stessi e sui loro desideri - non ci sarebbero stati perché non avrebbero iniziato a maltrattare la gente, cosa della quale sono stati accusati.

Se (Spacey e Singer) debbano essere o meno costretti a smettere di lavorare, è discutibile. Penso piuttosto che sia pubblico a dover decidere: il pubblico vuole vedere qualcuno che è stato accusato di qualcosa che non approva? Se la risposta è no, allora non dovrebbe comprare il biglietto e dovrebbe cambiare canale quando vede qualcosa con loro in televisione. Tuttavia per altri potrebbe non essere un problema, ma è una considerazione difficile da fare, non è mai tutto o bianco o nero in questi casi."

Cosa pensate di queste affermazioni di Ian McKellen su Kevin Spacey e su Brian Singer? Con il regista, lo ricordiamo, l'attore ha lavorato a tre dei cinque film sugli X-Men ai quali ha partecipato nel corso degli ultimi anni. In basso trovate il video dell'intervista all'attore che ha portato sul grande schermo i personaggi iconici di Magneto nei film di X-Men, e di Gandalf in quelli de Il Signore degli anelli e de Lo Hobbit.

FONTE: Comicbook
Quanto è interessante?
5